Primo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicologia Generale

Docente: Gian Francesco Arzente, con interventi di Alessandra Fontana, Roberta Margiaria

Durata: 29 ore

Il corso ha l’obiettivo di introdurre gli allievi alla sfida che propone la psicoanalisi: conoscere l’inconscio. Con quali strumenti si affronta la conoscenza dell’inconscio? Inconscio che per definizione non si lascia fissare e non ammette di essere recuperato una volta per tutte, ma viene diversamente riformulato a seconda del quadro in cui viene inserito: filosofico, antropologico, matematico, geometrico, giuridico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi in Opere.
Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Il seminario su la lettera rubata, in Scritti, vol. 1, Giulio Einaudi, Torino

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Rosanna Tremante, con interventi di Barbara Nicotra, Carla Olivetti
Durata: 29 ore

Il corso si propone di esaminare i concetti di sviluppo e di infantile attraverso una ripresa dei principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo e della psicoanalisi in particolare, per cogliere l’incidenza che essi hanno sul piano clinico e terapeutico.
Il concetto di bambino verrà esaminato alla luce della scoperta freudiana che ha consentito una rilettura della questione del sessuale e del trauma, e che ha collocato l’infantile, in un annodamento topologico, al cuore del soggetto.
Sarà infine articolato un percorso attorno alla questione di ciò che resta dell’infantile nell’età adulta.

Bibliografia essenziale
Freud S., Tre saggi sulla teoria sessuale ,(1905), in Opere. vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino, 1970, vol.4
Lacan J., I complessi famigliari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino

Storia della psicoterapia

Docente: Paola Bolgiani, con interventi di Paola Antoniotti, Viviana Monti
Durata: 17 ore

Il corso delinea la storia della nascita delle psicoterapie, con particolare riferimento alla nascita della psicoanalisi con Freud e al successivo prodursi, a partire da questa, di nuovi campi psicoterapeutici che da essa prendono le mosse, differenziandosene sia in termini concettuali e teorici, sia in termini di obiettivi clinici.
Viene inoltre interrogata la nascita della corrente cognitivo comportamentale in alternativa alla psicoanalisi nonché il progressivo accostarsi di alcune correnti psicoanalitiche a tale modello teorico-clinico.
Infine, il corso percorre la storia della psicoanalisi lacaniana dall’entrata in scena di Lacan nel campo della psicoanalisi classica ai più recenti movimenti nel Campo Freudiano, cercando i mettere in rilievo la posta in gioco intorno a cui si sono prodotte delle scissioni e formate correnti diverse e alternative

Bibliografia essenziale
Freud S., Per la storia del movimento psicoanalitico (1914), in Opere, vol. 7, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Autobiografia (1924), in Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Situazione della psicoanalisi e formazione dello psicoanalista della Scuola (1967), in Altri Scritti, Einaudi, Torino

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Maria Laura Tkach, con interventi di Maria Teresa Dolfin, Mary Nicotra, Davide Pegoraro
Durata: 9 ore

Una delle direttrici più feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • 1. Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc…
    Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica. Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre più lontane, come quella di empatia, ecc… è possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune? Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • 2. Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963). Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica. Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti. Einaudi, Torino 1974

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri e dott.a Maria Teresa Colella
Durata: 4 ore

    Il corso tratterà i seguenti punti:

  • 1. Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale.
  • 2. Metapsicologia freudiana.
  • 3. Pulsioni e relazioni oggettuali.
  • 4. Transfert e controtransfert.
  • 5. Interpretazione e holding.
  • 6. Setting e processo analitico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P., Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica. Borla, Roma.
Janiri L.(a cura), La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura, Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J., Pontalis J.-B., Enciclopedia della psicoanalisi, Universale Laterza, Bari.
Quinodoz M., Leggere Freud. Borla, Roma

Il modello psicoanalitico dell’età evolutiva

Docente: prof.a Pia Massaglia
Durata: 4 ore

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale
Algini M.L., Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma.
Ferro A., La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Il Seminario Libro XXIV, L’insu que sait de l’une-bévue s’aile à mourre, inedito
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A. Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, con interventi di Monica Buemi, Ilaria Papandrea
Durata: 16 ore

Il corso Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi comincerà interrogandosi sullo statuto epistemologico della scienza dalla prima rivoluzione scientifica fino all’epoca del positivismo, sottolineandone i cambiamenti metodologici paradigmatici. Si soffermerà poi sul metodo dell’ipnosi e sul metodo catartico agli albori della psicoanalisi per approdare alla associazione libera nel transfert prima e dopo l’ipotesi della pulsione di morte. Infine passerà ad affrontare l’oggetto della psicoanalisi, l’inconscio in Freud e la Spaltung, ossia la divisione del soggetto che si costituisce come un “otto interno” nell’esclusione interna dell’oggetto a che divide il soggetto, in Lacan. Sarà utile accedere ai testi indicati nella bibliografia essenziale.

Bibliografia essenziale
Freud S., Studi sull’isteria, in Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Interpretazione dei sogni, in Opere, vol.3, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Funzione e campo della parola e del linguaggio, in Scritti, Einaudi, Torino Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, Einaudi, Torino

Incontro apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 1 dicembre 2017
Luogo: Torino

Il legame tra l’Istituto IPOL e la Scuola di Psicoanalisi

Durata: 2 ore
Data: 15 dicembre 2017
Luogo: Torino

Convegno associazione mondiale di psicoanalsi

Durata: 16 ore
Date: 6-8 aprile 2018
Luogo: Barcellona (Spagna)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Secondo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica I

Docenti: Maria Bolgiani, con interventi di Alessandra Fontana, Barbara Nicotra Durata: 29 ore

Il corso intende permettere agli allievi di accostarsi al tema della diagnosi in psicoanalisi, evidenziando le specificità e le differenze rispetto alla diagnosi in altre discipline e soffermandosi in particolare sul fatto che in psicoanalisi la diagnosi implica il transfert. Si affronterà la lettura di testi freudiani in relazione alla diagnosi differenziale tra nevrosi psicosi e perversione.

Bibliografia essenziale
Freud S., La neuropsicosi da difesa, in Opere, vol. 2, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La perdita di realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La negazione, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Risposta al commento di Jean Hyppolite sulla Verneinung di Freud, in Scritti, vol.1, Einaudi, Torino

Psicopatologia generale ed elementi di psicofarmacologia

Docenti: Paola Bolgiani con interventi di Silvia Morrone, Carla Olivetti
Durata: 27 ore

In questo corso vengono introdotti le principali forme psicopatologiche secondo le classificazioni e le descrizioni attualmente più utilizzate in capo psicoterapeutico, per metterle in tensione con la modalità di approccio offerta dalla psicoanalisi lacaniana. Vengono presi in considerazione in modo particolare il campo delle vecchie e nuove dipendenze quello delle patologie post traumatiche, quello dei disturbi di personalità, quello del disturbo bipolare, ed altri. Una parte del corso è dedicata ad una introduzione alla psicofarmacologia, ad una breve storia dell’evoluzione degli psicofarmaci e all’uso dei farmaci nei diversi contesti di cura e, in particolare, nella relazione di transfert.

Bibliografia essenziale
AA.VV., Les psychanalystes et le médicament, Mental. Revue Internationale de Santé Mentale et Psychanalyse. n. 19.
Schneider, K.(1980), Psicopatologia clinica, Giovanni Fioriti Editore, Firenze, 1980.
Freud S., Psicopatologia della vita quotidiana in Opere, vol.4, Bollati Boringhieri, Torino
AA.VV., La conversazione di Arcachon. Casi rari. Gli inclassificabili della clinica, Atrolabio, Roma 1999

Elementi di psicologia giuridica

Docenti: Sergio Caretto con interventi di Raffaella Borio, Rosa Alba Mollo, Davide Pegoraro
Durata: 27 ore

Il corso intende mettere in luce l’apporto teorico – clinico della psicoanalisi alla psicologia giuridica. Il concetto di responsabilità soggettiva, la differenza tra realtà del fatto criminoso e realtà psichica, la clinica differenziale del passaggio all’atto, l’incidenza della società rispetto ai concetti di norma e di devianza, sono alcuni degli assi che verranno presi in esame ed approfonditi nel corso.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Il disagio della civiltà, in Opere. Vol 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti. vol. I, Einaudi, Torino.
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Foucault, M., Sorvegliare e punire, Einaudi, Torino.
Gulotta. G., Elementi di Psicologia Giuridica e di diritto psicologico, Giuffrè editore, Milano.

Fondamenti di clinica psicoanalitica delle nevrosi

Docenti: Maria Laura Tkach con interventi di Roberta Margiaria, Mary Nicotra
Durata: 20 ore

Quali sono le coordinate strutturali soggettive necessarie da considerare nella clinica psicoanalitica con le nevrosi? Quali sono gli assi fondanti la struttura del soggetto nevrotico, secondo Freud e Lacan e che lo psicoterapeuta di orientamento lacaniano non può perdere di vista nella direzione della cura a meno che non voglia navigare a vista? Il sintomo nevrotico, l’economia soggettiva libidica, la strutturazione del Complesso di Edipo, sono alcuni dei temi cardini della clinica psicoanalitica delle nevrosi che il corso affronterà.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi (1916-17), in Opere, vol. 8, Bollati Boringhieri,

Il modello clinico della teoria sistemica

Docente: Francesco Bruni
Durata: 4 ore

Nel corso si svolgerà il seguente percorso:

  • Parte prima
    Per un inquadramento sistemico relazionale: il ciclo di vita l’approccio strutturale il problema della differenziazione le tematiche comunicazionali lealtà e miti in terapia familiare
  • Parte seconda
    Un’euristica nella terapia di coppia presentazione di due casi emblematici con analisi agenda personale – patto iniziale – i miti della coppia – gli eventi critici – ristrutturazione
    gli oggetti fluttuanti in terapia relazionale.

Il modello clinico dell’analisi transazionale

Docente: Daniela Allamandri
Durata: 4 ore

Contestualizzazione: origini, aspetti storici e sociali, cenni sul fondatore Eric Berne.
Epistemologia iniziale, inquadramento teorico, le radici psico-dinamiche.
Caratteristiche specifiche: la base della comunicazione, l’importanza della relazione, concetto benessere psico-fisico, il copione di vita.
Evoluzione (cenni). Dall’epistemologia deterministica a quella fenomenologica a quella probabilistica, L’Analisi transazionale oggi. Collegamento con l’epistemologia della complessità.

Bibliografia essenziale
Berne, E., Analisi transazionale e psicoterapia. Astrolabio, Roma.
Berne, E., Ciao e.. poi?. Bompiani, Milano.
English, F., Fin dove i copion. Neopsiche, Torino.
Giovannoli Vercellino, C., Il gruppo psicoterapeutico. Trauben Torino.
Moiso, C., Analisi transazionale delle relazioni transferali. Neopsiche ,Torino.
Novellino, M., L’approccio clinico all’Analisi transazionale. Angeli, Milano.

Seminario Fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J. Il Seminario Libro XXIV, L’insu que sait de l’une-bévue s’aile à mourre, indito
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 1 dicembre 2017
Luogo: Torino

Il legame tra l'istituto IPOL e la scuola di psicoanalisi

Durata: 2 ore
Data: 15 dicembre 2017
Luogo: Torino

Congresso associazione mondiale di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 2-6 aprile 2018
Luogo: Barcellona (Spagna)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 16-17 giugno 2018

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Terzo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica II

Docente: Sergio Caretto con interventi di Paola Antoniotti, Rosanna Tremante Durata: 26 ore

Il corso prenderà in esame la diagnosi differenziale nei diversi momenti dell’insegnamento di Jacques Lacan, al fine di cogliere alcune svolte concettuali fondamentali nell’elaborazione psicoanalitica e le ricadute per ciò che concerne la diagnosi. L’introduzione del significante del Nome-del-padre quale spartiacque tra il campo delle nevrosi e quello delle psicosi, la successiva pluralizzazione nei Nomi-del padre, fino ad arrivare all’ultimo insegnamento sul Sinthomo, sono alcuni passaggi presenti in Lacan che orienteranno il lavoro del corso.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Una questione preliminare ad ogni possibile trattamento della psicosi, in Scritti vol. II, Einaudi, Torino 1974.
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J., Il Seminario Libro XXIII, Il Sinthomo, Astrolabio, Roma 2006, p.161.
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma

Psicopatologia dell’età evolutiva

Docente: Maria Laura Tkach con interventi di Raffaella Borio, Ilaria Papandrea
Durata 29 ore

Il corso intende fornire un approccio dinamico, in termini di modalità di relazione e disfunzioni della relazione (marcati da momenti di svolta, oppure da fissazioni), di sviluppo libidico e di funzionamento/disfunzionamento nella prima infanzia ed in età adolescenziale (stadi dello sviluppo libidico, costituzione dell’identità, costituzione edipica e le sue conseguenze, risveglio pulsionale e conflittuale nell’adolescenza). Altri punti da trattare: problemi diagnostici in età evolutiva, rapporto genitori-bambino, quadri clinici, organizzazione e modalità relazionali in adolescenza, i malesseri negli adolescenti d’oggi, disturbi dell’alimentazione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Ammaniti M., (a cura di), Manuale di psicopatologia dell’infanzia, R. Cortina Editore,MIlano.
Ansermet F., Clinica dell’origine. Il bambino tra medicina e psicoanalisi, Franco Angeli, Milano
Freud S., Tre saggi per una teoria sessuale, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud S., Il tramonto del complesso edipico, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino.
Lacan J., Dei Nomi-del-Padre, Einaudi, Torino
Lacan J., Sul bambino psicotico e Due note sul bambino in La psicoanalisi n. 1, Astrolabio
Roma.
Miller J.A., Linee di lettura, in Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo,
Einaudi, Torino.
AA.VV., La cause freudienne n. 78, Navarin edition, Paris

Storia e politica delle istituzioni di cura

Docente: Silvia Morrone con interventi di Monica Buemi, Carmen Cassutti
Durata: 18 ore

Il corso affronta il tema di come sono nate e come si sono evolute le istituzioni preposte alla cura delle malattie mentali e come sono cambiati i modelli di funzionamento nelle diverse epoche storiche e fino ai giorni nostri, in relazione ai diversi contesti politici e culturali. Particolare attenzione verrà posta alle politiche delle istituzioni di cura oggi e alle esperienze attuali.

Bibliografia essenziale
Basaglia F., (a cura), L’istituzione negata, Baldini & Castoldi, Milano
Basaglia F., Scritti, Einaudi, Torino
Foucault M., Il potere psichiatrico, Corso al College de France (1973-74), Feltrinelli, Milano
Foucault M., Storia della follia nell’età classica, Feltrinelli, Milano
Foucault M., Nascita della clinica, Einaudi, Torino
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma
Zenoni A., L’autre pratique clinique. Psychanalyse et institution thérapeutique, Editions
Eres, Toulouse

Elementi di psichiatria

Docente: Maria Bolgiani con interventi di Viviana Monti, Cinzia Sobrero
Durata: 13 ore.

Nel corso Elementi di psichiatria viene percorsa la storia della psichiatria, con un panorama dei modelli e delle scuole di pensiero, e una definizione dell’ambito di intervento della disciplina. Vengono poi affrontate le differenze tra l’approccio propriamente psichiatrico e quelli psicologico clinico, psicoterapeutico e psicoanalitico nella diagnosi e nel trattamento, e i rapporti tra la psicoanalisi e la psichiatria in Freud e in Lacan. Infine ci si soffermerà sugli interventi in psichiatria (psicofarmacologici, psicoterapeutici e psicosociali), sull’organizzazione dei servizi psichiatrici, su questioni di etica e di legislazione psichiatrica.

Bibliografia essenziale
Freud S., (1915-17), Psicoanalisi e psichiatria, in Introduzione alla psicoanalisi Opere, vol. 8, pp. 407-419, Boringhieri, Torino.
Lacan J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Jervis G., (1975), Manuale critico di psichiatria, Feltrinelli Editore, Milano, 1975
Pichot P., Une siècle de psichiatrie, Synthélabo ed.

Il modello clinico dell’orientamento junghiano

Docente: Paola Terrile
Durata: 4 ore

Nel corso verranno presi in esame, in senso sia descrittivo che storico, i fondamenti della Psicologia analitica di C.G. Jung, con particolare riguardo alla relazione tra la concezione teorica della psiche e la sua applicabilità clinica. In particolare verranno presi in esame il ruolo della relazione con l’inconscio nel processo terapeutico, la dinamica e la metodologia della relazione terapeutica, l’espressione simbolica come centro della trasformazione psichica. Alcune vignette cliniche illustreranno i concetti-chiave del corso.

Bibliografia essenziale
Jung C.G., L’Io e l’inconscio, La psicologia dell’inconscio Opere Complete, vol.7, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Riflessioni teoriche sull’essenza della psiche, Opere, vol.8, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Gli archetipi e l’inconscio collettivo Opere, vol.9/1, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., La psicologia della traslazione Opere, vol.16, Bollati Boringhieri, Torino.

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e
stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanaisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J. Il Seminario Libro XXIV, L’insu que sait de l’une-bévue s’aile à mourre, Einaudi, Torino 2016 é
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Apporto dela filosofia ai modelli psicoterapeutici

Docenti: Monica Gargano con interventi di Monica Buemi, Alessandra Fontana
Durata: 18 ore

Si tratta di un insegnamento integrativo che metterà in luce lo stile con cui Jacques Lacan ha dialogato con i concetti fondamentali di alcune filosofie, implicandosi nel loro discorso e sovvertendone il senso e la logica. Il soggetto cartesiano è il soggetto della scienza a cui si rivolge la psicoanalisi; la verità, la scienza, la morale del dovere, la dialettica sono soltanto alcuni degli ambiti che sono interrogati e trasformati dal discorso psicoanalitico. Saranno fornite le conoscenze essenziali delle filosofie di Cartesio, di Kant e di Hegel per poter cogliere l’operazione di sovvertimento messa in atto dalla psicoanalisi.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Kant con Sade, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., Sovversione del soggettoedialettica del desiderio nell’inconscio freudiano, in Scritti,. vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico.

Durata: 2 ore
Date: 1 dicembre 2017
Luogo: Torino

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 15 dicembre 2017
Luogo: Torino

Convegno Associazione mondiale di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 2-6 aprile 2018
Luogo: Barcellona (Spagna)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi
fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Quarto anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Clinica psicoanalitica con i bambini

Docenti: Paola Bolgiani, con interventi di Barbara Nicotra, Ilaria Papandrea Durata: 23 ore

Il corso prevede lo studio comparato di alcuni modelli psicoanalitici, sia attraverso i fondamenti teorici di ogni autore considerato, sia attraverso l’analisi della conduzione di alcuni casi clinici. Un’attenzione specifica viene dedicata alla differenza fra psicoterapia e psicoanalisi, considerato che entrambe si avvalgono del lavoro di simbolizzazione, di storicizzazione, di seriazione degli elementi significanti per affrontare il sintomo.

Bibliografia essenziale
Freud S. Analisi della fobia di un bambino di cinque anni, Opere, vol. 5, Bollati Boringhieri, Torino
Freud A. Quattro conferenze sull’analisi infantile, Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino
Klein M. Analisi di un bambino, Bollati, Boringhieri, Torino
Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Sul bambino psicotico, in La Psicoanalisi, n.1, Astrolabio, Roma
Lacan J. Due note a Jeanny Aubry, in La Psicoanalisi n.1, Astrolabio, Roma
Winnicott D. Piggle, una bambina, Bollati Boringhieri, Torino

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

1 - Dipendenze da godimento
Docenti: Gian Francesco Arzente, Luca Rollé, con interventi di Roberta Margiaria, Monica Gargano
Durata: 20 ore.

Il corso affronterà la problematica dei sintomi contemporanei, mettendo in rilievo che è la trasformazione della struttura dei legami, dalla famiglia ai legami d’amore, fino ai legami sociali, a produrre sintomi nuovi. Si metterà in rilievo come i sintomi contemporanei siano caratterizzatI da un tratto comune che riguarda la dipendenza da un godimento che domina il soggetto, spingendolo spesso fino alla degradazione e a volte alla morte, sia essa soggettiva o anche fisica.
Si metterà anche in rilievo la differenza tra dipendenza come condizione strutturale dell’essere umano e dipendenza patologica.

Bibliografia essenziale
A.A.V.V. La famille résidu, La cause freudienne n. 65, Navarin edition, Paris
A.A.V.V. I nuovi sintomi, Attualità lacaniana n. 1/2004, Franco Angeli, Milano
A.A.V.V. La désinsertion subjective, La cause freudienne n. 72, Navarin edition, Paris
Freda F.H. Psicoanalisi e tossicomania, Bruno Mondadori, Milano
Freud S. Al di là del principio di piacere, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Il disagio della civiltà (1929), Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Conferenza sul sintomo, in La Psicoanalisi n. 2, Astrolabio, Roma Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Psicoanalisi e medicina, in La psicoanalisi, 32, Astrolabio, Roma

Neuroscienze e inconscio

Docente: Maria Bolgiani, François Ansermet con interventi di Paola Antoniotti, Cinzia Sobrero
Durata: 14 ore

Nel corso Neuroscienze e inconscio verrà fornita una revisione critica della letteratura sulle attuali conoscenze nel campo delle neuroscienze, e sarà affrontato il dibattito sul rapporto fra queste e la teoria dell’inconscio, evidenziando i punti di convergenza e i punti di differenza.

Bibliografia essenziale
Ansermet F., Magistretti, P. Neurosciences et psychanalyse, Odile Jacob, Paris
Ansermet F., Magistretti, P. A ciascuno il suo cervello. Plasticità neurale e inconscio (2008), Bollati Boringhieri, Torino
Damasio A.R. L’errore di Cartesio. Emozione, ragione e cervello umano (1994), Adelphi, Milano
Freud S. Meccanismo psichico della dimenticanza (1898), Opere, vol. 2, pp. 423-430, Bollati Boringhieri, Torino
Kandel E.R. Psichiatria, psicoanalisi e nuova biologia della mente (2005), R. Cortina Editore, Milano
Lacan J. La scienza e la verità (1965), in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino
Miller J.- A. Biologia lacaniana ed eventi di corpo (1999), in La Psicoanalisi, n. 28, Astrolabio, Roma

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

2 - Nuove sessualità
Docenti: Mary Nicotra, con interventi di Monica Buemi, Rosanna Tremante
Durata: 14 ore.

Il corso si propone di attraversare alcuni snodi cruciali che riguardano l’elaborazione della teoria psicoanalitica rispetto alle sessualità nelle sue declinazioni contemporanee. Si articolerà a partire dall’insegnamento di Freud e alla sua elaborazione rispetto alla divisione dei sessi e la questione del maschile e del femminile. Proseguirà con Lacan che, con il suo ultimo insegnamento e l’invenzione del concetto di sessuazione, definisce il situarsi dal lato uomo o donna a partire da posizioni di godimento indipendenti dall’anatomia, proponendo un passaggio da una clinica orientata dalla logica dell’identificazione ad una clinica orientata dall’irriducibile del godimento.

Bibliografia essenziale
Freud S. Tre saggi sulla teoria sessuale (1905), in Opere, vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino, 1989, p. 451. Freud S. Sessualità femminile (1931), in Opere, vol 11, Bollati Boringhieri, Torino, 1989, p.63. Lacan J. Il seminario, Libro XX., Ancora (1972-1973), Einaudi, Torino, 2011. Lacan J. Lo stordito (1972), in Altri scritti, Einaudi, Torino, 2013 Lacan J. Il seminario Libro XVIII, Di un discorso che non sarebbe del sembiante (1971), Einaudi, Torino 1971 p.25. Lacan J. Le Séminaire, Livre XXI, Les non-dupes errent (inedito), lezione del 9 aprile,1974 .

Criminologia

Docenti: Silvia Morrone, con interventi di Sergio Caretto, Carmen Cassutti
Durata: 16 ore

Il corso di Criminologia affronterà la storia e lo sviluppo della criminologia, le differenti modalità di trattamento del crimine, i modi in cui si istituiscono il giudizio e la responsabilità soggettiva, i rapporti tra legge, psichiatria e psicoterapie.

Bibliografia essenziale
Fornari U. Trattato di psichiatria forense, Terza edizione, Unione Tipografico – Editrice Torinese, Torino
Foucault M. La verità e le forme giuridiche, da Archivio Foucault 2, a cura di A. Del Lago, Campi del sapere/Feltrinelli, Milano
Lacan J. Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti, I, Einaudi, Torino

Clinica psicoanalitica delle psicosi

Docenti: Davide Pegoraro, Guy Briole con interventi di Raffaella Borio, Maria Teresa Dolfin, Cinzia Sobrero
Durata: 21 ore

Il corso ha l’obiettivo di individuare come un terapeuta può rapportarsi a un soggetto psicotico affinché si producano le condizioni in cui si realizza una stabilizzazione. Dopo un passaggio attraverso i classici della psichiatria, il corso si soffermerà sulla tradizione psicoanalitica e in particolare sull’insegnamento di S. Freud e J. Lacan nel campo delle psicosi.

Bibliografia essenziale
Binswanger L. Melanconia e mania, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Nevrosi e psicosi, in Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. La perdita della realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro III. Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro XXIII, Astrolabio, Roma
Lefort R. e R. Les structures de la psychose, Seuil, Paris
Maleval J.C. Logique du delire, Masson, Paris
Maleval J.C. L’autiste et sa voix, Seuil, Paris
Minkowski E. La schizofrenia, Einaudi, Torino
Naveau P. Les psychoses et le lien social, Antrophos, Paris
Zenoni A. Le psicosi e al di là del padre, Franco Angeli, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Einaudi, Torino 2016

Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 15 dicembre 2017
Luogo: Torino

Integrativi

Incontro di apertura dell’anno accademico

Durata: 2 ore
Date: 1 dicembre 2017
Luogo: Torino

Congresso eurofederazione di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 2-6 aprile 2018
Luogo: Barcellona (Spagna)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Primo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicologia Generale

Docente: Gian Francesco Arzente, con interventi di Monica Buemi, Barbara Nicotra Durata: 29 ore Date: 13 gennaio, 18 febbraio, 12 marzo, 29 aprile, 20 maggio, 17 giugno 2017

Il corso ha l’obiettivo di introdurre gli allievi alla sfida che propone la psicoanalisi: conoscere l’inconscio. Con quali strumenti si affronta la conoscenza dell’inconscio? Inconscio che per definizione non si lascia fissare e non ammette di essere recuperato una volta per tutte, ma viene diversamente riformulato a seconda del quadro in cui viene inserito: filosofico, antropologico, matematico, geometrico, giuridico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi in Opere. Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario su la lettera rubata, in Scritti, vol. 1, Giulio Einaudi, Torino

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Rosanna Tremante, con interventi di Raffaella Borio, Cinzia Sobrero
Durata: 29 ore
Date: 15 gennaio, 19 febbraio, 11 marzo, 29 aprile, 21 maggio, 18 giugno 2017

Il corso si propone di esaminare i concetti di sviluppo e di infantile attraverso una ripresa dei principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo e della psicoanalisi in particolare, per cogliere l’incidenza che essi hanno sul piano clinico e terapeutico.
Il concetto di bambino verrà esaminato alla luce della scoperta freudiana che ha consentito una rilettura della questione del sessuale e del trauma, e che ha collocato l’infantile, in un annodamento topologico, al cuore del soggetto.
Sarà infine articolato un percorso attorno alla questione di ciò che resta dell’infantile nell’età adulta.

Bibliografia essenziale
Freud S., Tre saggi sulla teoria sessuale ,(1905), in Opere. vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino, 1970, vol.4
Lacan J., I complessi famigliari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino

Primo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicologia Generale

Docente: Gian Francesco Arzente, con interventi di Silvia Morrone, Cinzia Sobrero

Durata: 28 ore

Date: 15 gennaio, 14 febbraio, 12 marzo, 16 aprile, 28 maggio, 25 giugno 2016

Il corso ha l’obiettivo di introdurre gli allievi alla sfida che propone la psicoanalisi: conoscere l’inconscio. Con quali strumenti si affronta la conoscenza dell’inconscio? Inconscio che per definizione non si lascia fissare e non ammette di essere recuperato una volta per tutte, ma viene diversamente riformulato a seconda del quadro in cui viene inserito: filosofico, antropologico, matematico, geometrico, giuridico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi in Opere. Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario su la lettera rubata, in Scritti, vol. 1, Giulio Einaudi, Torino

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Rosanna Tremante, Marie-Hélène Brousse, con interventi di Paola Antoniotti, Carmen Cassutti, Alessandra Fontana
Durata: 28 ore
Date: 17 gennaio, 13 febbraio, 13 marzo, 16 aprile, 28 maggio, 26 giugno 2016

Il corso si propone di esaminare i concetti di sviluppo e di infantile attraverso una ripresa dei principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo e della psicoanalisi in particolare, per cogliere l’incidenza che essi hanno sul piano clinico e terapeutico.
Il concetto di bambino verrà esaminato alla luce della scoperta freudiana che ha consentito una rilettura della questione del sessuale e del trauma, e che ha collocato l’infantile, in un annodamento topologico, al cuore del soggetto.
Sarà infine articolato un percorso attorno alla questione di ciò che resta dell’infantile nell’età adulta.

Bibliografia essenziale
Freud S., Tre saggi sulla teoria sessuale, (1905), in Opere, vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino, 1970, vol. 4
Lacan J., I complessi famigliari nella formazione dell’individuo. Einaudi, Torino

Primo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicologia Generale

Docente: Sergio Caretto, con interventi di Mary Nicotra, Davide Pegoraro

Durata: 28 ore

Date: 17 gennaio, 22 febbraio, 21 marzo, 25 aprile, 23 maggio, 21 giugno 2015

Il corso si propone di operare una ripresa delle principali correnti della psicologia generale con la finalità di cogliere le sue connessioni con i differenti orientamenti psicoterapeutici oggi presenti. Alcuni concetti cardine della psicologia generale tra i quali la memoria, la percezione, la coscienza, il linguaggio, l’affetto, verranno esaminati alla luce della scoperta freudiana da un lato e, dall’altro, delle più recenti acquisizioni nell’ambito delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale
Freud S., Studi sull’isteria, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 2
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8
Lacan J., Il Seminario Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, Einaudi, Torino 1991

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Paola Bolgiani, Marie-Hélène Brousse, con interventi di Monica Buemi, Silvia Morrone
Durata: 28 ore
Date: 16 gennaio, 21 febbraio, 22 marzo, 24 aprile, 22 maggio, 20 giugno 2015

Il corso esaminerà i principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo, per cogliere quali concezioni dello sviluppo vengono proposte in base alle diverse prospettive teoriche, come queste possano integrarsi o, viceversa, escludersi reciprocamente.
Verranno inoltre esaminate le implicazioni di tali modelli sulla comprensione dei fenomeni clinici e delle causalità ad esso sottese.
Sarà inoltre affrontata la questione del trauma e delle sue conseguenze.

Bibliografia essenziale
Freud S., Tre saggi sulla teoria sessuale, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 4
Lacan J., I complessi famigliari nella formazione dell’individuo. Einaudi, Torino 2005

Primo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicologia Generale

Docente: Sergio Caretto, con interventi di Maria Bolgiani, Carmen Cassutti, Alessandra Fontana

Durata: 28 ore

Date: 11 gennaio, 14 febbraio,16 marzo, 4 aprile, 30 maggio, 22 giugno 2014

Il corso si propone di operare una ripresa delle principali correnti della psicologia generale con la finalità di cogliere le sue connessioni con i differenti orientamenti psicoterapeutici oggi presenti. Alcuni concetti cardine della psicologia generale tra i quali la memoria, la percezione, la coscienza, il linguaggio, l’affetto, verranno esaminati alla luce della scoperta freudiana da un lato e, dall’altro, delle più recenti acquisizioni nell’ambito delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Studi sull’isteria, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 2
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8
Lacan J., Il Seminario Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, Einaudi, Torino 1991

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Paola Bolgiani, Marie-Hélène Brousse con interventi di Mary Nicotra, Davide Pegoraro, Rosanna Tremante
Durata: 28 ore
Data: 12 gennaio, 15 febbraio, 15 marzo, 5 aprile, 31 maggio, 21 giugno 2014

Il corso esaminerà i principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo, per cogliere quali concezioni dello sviluppo vengono proposte in base alle diverse prospettive teoriche, come queste possano integrarsi o, viceversa, escludersi reciprocamente.
Verranno inoltre esaminate le implicazioni di tali modelli sulla comprensione dei fenomeni clinici e delle causalità ad esso sottese.
Sarà inoltre affrontata la questione del trauma e delle sue conseguenze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Tre saggi sulla teoria sessuale, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 4
Lacan J., I complessi famigliari nella formazione dell’individuo. Einaudi, Torino 2005

Primo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicologia Generale

Docente: Sergio Caretto, con interventi di Maria Grazia D’Arino, Mary Nicotra

Durata: 28 ore

Date: 30 novembre 2012, 12 gennaio, 9 febbraio, 24 marzo, 28 aprile 2013

Il corso si propone di operare una ripresa delle principali correnti della psicologia generale con la finalità di cogliere le sue connessioni con i differenti orientamenti psicoterapeutici oggi presenti. Alcuni concetti cardine della psicologia generale tra i quali la memoria, la percezione, la coscienza, il linguaggio, l’affetto, verranno esaminati alla luce della scoperta freudiana da un lato e, dall’altro, delle più recenti acquisizioni nell’ambito delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Studi sull’isteria, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 2
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8
Lacan J., Il Seminario Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi. Einaudi, Torino 1991

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Paola Bolgiani, Marie-Hélène Brousse, Piera Brustia, con interventi di Carmen Cassutti e Roberta Margiaria
Durata: 28 ore.
Data: 1 dicembre 2012, 12 gennaio, 10 febbraio, 22 marzo, 27 aprile 2013

Il corso esaminerà i principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo, per cogliere quali concezioni dello sviluppo vengono proposte in base alle diverse prospettive teoriche, come queste possano integrarsi o, viceversa, escludersi reciprocamente.
Verranno inoltre esaminate le implicazioni di tali modelli sulla comprensione dei fenomeni clinici e delle causalità ad esso sottese.
Sarà inoltre affrontata la questione del trauma e delle sue conseguenze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Tre saggi sulla teoria sessuale, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 4
Lacan J., I complessi famigliari nella formazione dell’individuo. Einaudi, Torino 2005

Primo anno

Insegnamenti teorici

Psicologia Generale

Docente: Sergio Caretto, con interventi di Maria Grazia D’Arino, Rosanna Tremante, Silvia Morrone.
Durata: 28 ore
Data: 9 dicembre 2011, 21 gennaio, 25 febbraio, 1 aprile, 13 maggio 2012

Il corso si propone di operare una ripresa delle principali correnti della psicologia generale con la finalità di cogliere le sue connessioni con i differenti orientamenti psicoterapeutici oggi presenti.
Alcuni concetti cardine della psicologia generale tra i quali la memoria, la percezione, la coscienza, il linguaggio, l’affetto, verranno esaminati alla luce della scoperta freudiana da un lato e, dall’altro, delle più recenti acquisizioni nell’ambito delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S.Studi sull’isteria, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 2
Freud S. (1915-17). Introduzione alla psicoanalisi. Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8
Lacan J. (1954-1955) Il Seminario Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, Einaudi, Torino 1991

Storia della psicoterapia

Docente: Paola Bolgiani, con interventi di Roberta Margiaria, Mary Nicotra
Durata: 17 ore
Date: 14 gennaio, 17 febbraio, 20 maggio, 16 giugno 2017

Il corso delinea la storia della nascita delle psicoterapie, con particolare riferimento alla nascita della psicoanalisi con Freud e al successivo prodursi, a partire da questa, di nuovi campi psicoterapeutici che da essa prendono le mosse, differenziandosene sia in termini concettuali e teorici, sia in termini di obiettivi clinici.
Viene inoltre interrogata la nascita della corrente cognitivo comportamentale in alternativa alla psicoanalisi nonché il progressivo accostarsi di alcune correnti psicoanalitiche a tale modello teorico-clinico.
Infine, il corso percorre la storia della psicoanalisi lacaniana dall’entrata in scena di Lacan nel campo della psicoanalisi classica ai più recenti movimenti nel Campo Freudiano, cercando i mettere in rilievo la posta in gioco intorno a cui si sono prodotte delle scissioni e formate correnti diverse e alternative

Bibliografia essenziale
Freud S., Per la storia del movimento psicoanalitico (1914), in Opere, vol. 7, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Autobiografia (1924), in Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Situazione della psicoanalisi e formazione dello psicoanalista della Scuola (1967), in Altri Scritti, Einaudi, Torino

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Paola Bolgiani, Marie-Hélène Brousse, Piera Brustia, con interventi di Monica Buemi e Roberta Margiaria.
Durata: 28 ore.
Data: 10 dicembre 2011, 21 gennaio, 26 febbraio, 30 marzo, 12 maggio 2012

Il corso esaminerà i principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo, per cogliere quali concezioni dello sviluppo vengono proposte in base alle diverse prospettive teoriche, come queste possano integrarsi o, viceversa, escludersi reciprocamente.
Verranno inoltre esaminate le implicazioni di tali modelli sulla comprensione dei fenomeni clinici e delle causalità ad esso sottese.
Sarà inoltre affrontata la questione del trauma e delle sue conseguenze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S. (1905), Tre saggi sulla teoria sessuale, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 4
Lacan J. (1938), I complessi famigliari nella formazione dell’individuo, Einaud, Torino 2005

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Maria Laura Tkach, con interventi di Maria Bolgiani, Paola Bolgiani, Roberta Margiaria
Durata: 9 ore
Date: 10 marzo, 30 aprile 2017

Una delle direttrici più feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • 1. Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc…
    Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica. Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre più lontane, come quella di empatia, ecc… è possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune? Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • 2. Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963). Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica. Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti. Einaudi, Torino 1974

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri e dott.a Maria Teresa Colella
Durata: 4 ore
Data: 19 maggio 2017

    Il corso tratterà i seguenti punti:

  • 1. Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale.
  • 2. Metapsicologia freudiana.
  • 3. Pulsioni e relazioni oggettuali.
  • 4. Transfert e controtransfert.
  • 5. Interpretazione e holding.
  • 6. Setting e processo analitico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P., Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica. Borla, Roma.
Janiri L.(a cura), La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura, Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J., Pontalis J.-B., Enciclopedia della psicoanalisi, Universale Laterza, Bari.
Quinodoz M., Leggere Freud. Borla, Roma

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 3 dicembre, 17 dicembre 2016, 28 gennaio, 25 febbraio, 25 marzo, 8 aprile, 6 maggio 2017

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Il Seminario VI, Il desiderio e la sua interpretazione (1971), Einaudi, Torino 2016
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Il modello psicoanalitico dell’età evolutiva

Docente: prof.a Pia Massaglia
Durata: 4 ore
Data: 28 aprile 2017

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale
Algini M.L., Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma.
Ferro A., La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 4 febbraio, 4 marzo, 10 giugno 2017

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A. Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, con interventi di Paola Antoniotti, Silvia Morrone
Durata: 16 ore
Date: 14 gennaio, 18 febbraio, 11 marzo, 17 giugno 2017

Il corso Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi comincerà interrogandosi sullo statuto epistemologico della scienza dalla prima rivoluzione scientifica fino all’epoca del positivismo, sottolineandone i cambiamenti metodologici paradigmatici. Si soffermerà poi sul metodo dell’ipnosi e sul metodo catartico agli albori della psicoanalisi per approdare alla associazione libera nel transfert prima e dopo l’ipotesi della pulsione di morte. Infine passerà ad affrontare l’oggetto della psicoanalisi, l’inconscio in Freud e la Spaltung, ossia la divisione del soggetto che si costituisce come un “otto interno” nell’esclusione interna dell’oggetto a che divide il soggetto, in Lacan. Sarà utile accedere ai testi indicati nella bibliografia essenziale.

Bibliografia essenziale
Freud S., Studi sull’isteria, in Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Interpretazione dei sogni, in Opere, vol.3, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Funzione e campo della parola e del linguaggio, in Scritti, Einaudi, Torino Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, Einaudi, Torino

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 27-28 maggio 2017
Luogo: Torino

Incontro apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 2 dicembre 2016
Luogo: Torino

Il legame tra l’Istituto IPOL e la Scuola di Psicoanalisi

Durata: 2 ore
Data: 16 dicembre 2016
Luogo: Torino

CONGRESSO Eurofederazione di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 1-2 luglio 2017
Luogo: Bruxelles

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

 

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Secondo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica I

Docenti: Maria Bolgiani, con interventi di Paola Antoniotti, Monica Buemi

Durata: 29 ore

Date: 14 gennaio, 18 febbraio, 12 marzo, 29 aprile, 21 maggio, 17 giugno 2017

Il corso intende permettere agli allievi di accostarsi al tema della diagnosi in psicoanalisi, evidenziando le specificità e le differenze rispetto alla diagnosi in altre discipline e soffermandosi in particolare sul fatto che in psicoanalisi la diagnosi implica il transfert. Si affronterà la lettura di testi freudiani in relazione alla diagnosi differenziale tra nevrosi psicosi e perversione.

Bibliografia essenziale
Freud S., La neuropsicosi da difesa, in Opere, vol. 2, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La perdita di realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La negazione, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Risposta al commento di Jean Hyppolite sulla Verneinung di Freud, in Scritti, vol.1, Einaudi, Torino

Psicopatologia generale ed elementi di psicofarmacologia

Docenti: Paola Bolgiani con interventi di Carmen Cassutti, Barbara Nicotra
Durata: 27 ore
Data: 14 gennaio, 18 febbraio, 11 marzo, 29 aprile, 20 maggio, 17 giugno 2017

In questo corso vengono introdotti le principali forme psicopatologiche secondo le classificazioni e le descrizioni attualmente più utilizzate in capo psicoterapeutico, per metterle in tensione con la modalità di approccio offerta dalla psicoanalisi lacaniana. Vengono presi in considerazione in modo particolare il campo delle vecchie e nuove dipendenze quello delle patologie post traumatiche, quello dei disturbi di personalità, quello del disturbo bipolare, ed altri. Una parte del corso è dedicata ad una introduzione alla psicofarmacologia, ad una breve storia dell’evoluzione degli psicofarmaci e all’uso dei farmaci nei diversi contesti di cura e, in particolare, nella relazione di transfert.

Bibliografia essenziale
AA.VV., Les psychanalystes et le médicament, Mental. Revue Internationale de Santé Mentale et Psychanalyse. n. 19.
Schneider, K.(1980), Psicopatologia clinica, Giovanni Fioriti Editore, Firenze, 1980.
Freud S., Psicopatologia della vita quotidiana in Opere, vol.4, Bollati Boringhieri, Torino
AA.VV., La conversazione di Arcachon. Casi rari. Gli inclassificabili della clinica, Atrolabio, Roma 1999

Elementi di psicologia giuridica

Docenti: Sergio Caretto con interventi di Alessandra Fontana, Mary Nicotra
Durata: 27 ore
Date: 13 gennaio, 19 febbraio, 10 marzo, 30 aprile, 20 maggio, 18 giugno 2017

Il corso intende mettere in luce l’apporto teorico – clinico della psicoanalisi alla psicologia giuridica. Il concetto di responsabilità soggettiva, la differenza tra realtà del fatto criminoso e realtà psichica, la clinica differenziale del passaggio all’atto, l’incidenza della società rispetto ai concetti di norma e di devianza, sono alcuni degli assi che verranno presi in esame ed approfonditi nel corso.

Bibliografia essenziale
Freud, S., Il disagio della civiltà, in Opere. Vol 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti. vol. I, Einaudi, Torino.
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Foucault, M., Sorvegliare e punire, Einaudi, Torino.
Gulotta. G., Elementi di Psicologia Giuridica e di diritto psicologico, Giuffrè editore, Milano.

Fondamenti di clinica psicoanalitica delle nevrosi

Docenti: Maria Laura Tkach con interventi di Gian Francesco Arzente, Davide Pegoraro
Durata: 20 ore
Date: 15 gennaio, 19 febbraio, 11 marzo, 28 aprile, 16 giugno 2017

Quali sono le coordinate strutturali soggettive necessarie da considerare nella clinica psicoanalitica con le nevrosi? Quali sono gli assi fondanti la struttura del soggetto nevrotico, secondo Freud e Lacan e che lo psicoterapeuta di orientamento lacaniano non può perdere di vista nella direzione della cura a meno che non voglia navigare a vista? Il sintomo nevrotico, l’economia soggettiva libidica, la strutturazione del Complesso di Edipo, sono alcuni dei temi cardini della clinica psicoanalitica delle nevrosi che il corso affronterà.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi (1916-17), in Opere, vol. 8, Bollati Boringhieri,

Il modello clinico della teoria sistemica

Docente: Francesco Bruni
Durata: 5 ore
Data: 27 maggio 2016

Nel corso si svolgerà il seguente percorso:

  • Parte prima
    Per un inquadramento sistemico relazionale: il ciclo di vita l’approccio strutturale il problema della differenziazione le tematiche comunicazionali lealtà e miti in terapia familiare
  • Parte seconda
    Un’euristica nella terapia di coppia presentazione di due casi emblematici con analisi agenda personale – patto iniziale – i miti della coppia – gli eventi critici – ristrutturazione
    gli oggetti fluttuanti in terapia relazionale.

Il modello clinico dell’analisi transazionale

Docente: Daniela Allamandri
Durata: 5 ore
Data: 12 febbraio 2016

Contestualizzazione: origini, aspetti storici e sociali, cenni sul fondatore Eric Berne.
Epistemologia iniziale, inquadramento teorico, le radici psico-dinamiche.
Caratteristiche specifiche: la base della comunicazione, l’importanza della relazione, concetto benessere psico-fisico, il copione di vita.
Evoluzione (cenni). Dall’epistemologia deterministica a quella fenomenologica a quella probabilistica, L’Analisi transazionale oggi. Collegamento con l’epistemologia della complessità.

Bibliografia essenziale
Berne, E., Analisi transazionale e psicoterapia. Astrolabio, Roma.
Berne, E., Ciao e.. poi?. Bompiani, Milano.
English, F., Fin dove i copion. Neopsiche, Torino.
Giovannoli Vercellino, C., Il gruppo psicoterapeutico. Trauben Torino.
Moiso, C., Analisi transazionale delle relazioni transferali. Neopsiche ,Torino.
Novellino, M., L’approccio clinico all’Analisi transazionale. Angeli, Milano.

Seminario Fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Data: 3 dicembre, 17 dicembre 2016, 28 gennaio, 25 febbraio, 25 marzo, 8 aprile, 6 maggio 2017

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J. Il Seminario VI, Il desiderio e la sua interpretazione, Einaudi, Torino 2016
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 4 febbraio, 4 marzo, 10 giugno 2017

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 2 dicembre 2016
Luogo: Torino

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi; Associazione Mondiale di Psicoanalisi

Durata: 2 ore
Data: 16 dicembre 2016
Luogo: Torino

Congresso associazione mondiale di pisco analisi (opzionale)

Durata: 16 ore
Date: 27-28 maggio 2017
Luogo: Torino

Congresso eurofederazione di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 1-2 luglio 2017
Luogo: Bruxelles

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Terzo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica II

Docente: Sergio Caretto con interventi di Monica Buemi, Maria Teresa Dolfin

Durata: 26 ore

Date: 14 gennaio, 18 febbraio, 12 marzo, 29 aprile, 21 maggio, 16 giugno 2017

Il corso prenderà in esame la diagnosi differenziale nei diversi momenti dell’insegnamento di Jacques Lacan, al fine di cogliere alcune svolte concettuali fondamentali nell’elaborazione psicoanalitica e le ricadute per ciò che concerne la diagnosi. L’introduzione del significante del Nome-del-padre quale spartiacque tra il campo delle nevrosi e quello delle psicosi, la successiva pluralizzazione nei Nomi-del padre, fino ad arrivare all’ultimo insegnamento sul Sinthomo, sono alcuni passaggi presenti in Lacan che orienteranno il lavoro del corso.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Una questione preliminare ad ogni possibile trattamento della psicosi, in Scritti vol. II, Einaudi, Torino 1974.
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J., Il Seminario Libro XXIII, Il Sinthomo, Astrolabio, Roma 2006, p.161.
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Psicopatologia dell’età evolutiva

Docente: Maria Laura Tkach con interventi di Alessandra Fontana, Roberta Margiaria
Durata: 29 ore.
Data: 14 gennaio, 17 febbraio, 11 marzo, 29 aprile, 20 maggio, 17 giugno 2017

Il corso intende fornire un approccio dinamico, in termini di modalità di relazione e disfunzioni della relazione (marcati da momenti di svolta, oppure da fissazioni), di sviluppo libidico e di funzionamento/disfunzionamento nella prima infanzia ed in età adolescenziale (stadi dello sviluppo libidico, costituzione dell’identità, costituzione edipica e le sue conseguenze, risveglio pulsionale e conflittuale nell’adolescenza). Altri punti da trattare: problemi diagnostici in età evolutiva, rapporto genitori-bambino, quadri clinici, organizzazione e modalità relazionali in adolescenza, i malesseri negli adolescenti d’oggi, disturbi dell’alimentazione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Ammaniti M., (a cura di), Manuale di psicopatologia dell’infanzia, R. Cortina Editore,MIlano.
Ansermet F., Clinica dell’origine. Il bambino tra medicina e psicoanalisi, Franco Angeli, Milano
Freud S., Tre saggi per una teoria sessuale, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud S., Il tramonto del complesso edipico, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino.
Lacan J., Dei Nomi-del-Padre, Einaudi, Torino
Lacan J., Sul bambino psicotico e Due note sul bambino in La psicoanalisi n. 1, Astrolabio
Roma.
Miller J.A., Linee di lettura, in Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo,
Einaudi, Torino.
AA.VV., La cause freudienne n. 78, Navarin edition, Paris

Storia e politica delle istituzioni di cura

Docente: Silvia Morrone con interventi di Davide Pegoraro, Cinzia Sobrero
Durata: 18 ore
Data: 15 gennaio, 13 febbraio, 12 marzo, 16 aprile, 25 giugno 2016

Il corso affronta il tema di come sono nate e come si sono evolute le istituzioni preposte alla cura delle malattie mentali e come sono cambiati i modelli di funzionamento nelle diverse epoche storiche e fino ai giorni nostri, in relazione ai diversi contesti politici e culturali. Particolare attenzione verrà posta alle politiche delle istituzioni di cura oggi e alle esperienze attuali.

Bibliografia essenziale
Basaglia F., (a cura), L’istituzione negata, Baldini & Castoldi, Milano
Basaglia F., Scritti, Einaudi, Torino
Foucault M., Il potere psichiatrico, Corso al College de France (1973-74), Feltrinelli, Milano
Foucault M., Storia della follia nell’età classica, Feltrinelli, Milano
Foucault M., Nascita della clinica, Einaudi, Torino
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma
Zenoni A., L’autre pratique clinique. Psychanalyse et institution thérapeutique, Editions
Eres, Toulouse

Elementi di psichiatria

Docente: Maria Bolgiani con interventi di Mary Nicotra, Rosanna Tremante
Durata: 13 ore.
Date: 13 gennaio, 19 febbraio, 28 aprile, 19 maggio 2017

Nel corso Elementi di psichiatria viene percorsa la storia della psichiatria, con un panorama dei modelli e delle scuole di pensiero, e una definizione dell’ambito di intervento della disciplina. Vengono poi affrontate le differenze tra l’approccio propriamente psichiatrico e quelli psicologico clinico, psicoterapeutico e psicoanalitico nella diagnosi e nel trattamento, e i rapporti tra la psicoanalisi e la psichiatria in Freud e in Lacan. Infine ci si soffermerà sugli interventi in psichiatria (psicofarmacologici, psicoterapeutici e psicosociali), sull’organizzazione dei servizi psichiatrici, su questioni di etica e di legislazione psichiatrica.

Bibliografia essenziale
Freud S., (1915-17), Psicoanalisi e psichiatria, in Introduzione alla psicoanalisi Opere, vol. 8, pp. 407-419, Boringhieri, Torino.
Lacan J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Jervis G., (1975), Manuale critico di psichiatria, Feltrinelli Editore, Milano, 1975
Pichot P., Une siècle de psichiatrie, Synthélabo ed.

Il modello clinico dell’orientamento junghiano

Docente: Paola Terrile
Durata: 4 ore
Data: 10 marzo 2017

Nel corso verranno presi in esame, in senso sia descrittivo che storico, i fondamenti della Psicologia analitica di C.G. Jung, con particolare riguardo alla relazione tra la concezione teorica della psiche e la sua applicabilità clinica. In particolare verranno presi in esame il ruolo della relazione con l’inconscio nel processo terapeutico, la dinamica e la metodologia della relazione terapeutica, l’espressione simbolica come centro della trasformazione psichica. Alcune vignette cliniche illustreranno i concetti-chiave del corso.

Bibliografia essenziale
Jung C.G., L’Io e l’inconscio, La psicologia dell’inconscio Opere Complete, vol.7, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Riflessioni teoriche sull’essenza della psiche, Opere, vol.8, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Gli archetipi e l’inconscio collettivo Opere, vol.9/1, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., La psicologia della traslazione Opere, vol.16, Bollati Boringhieri, Torino.

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e
stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanaisi
Durata: 50 ore
Data: 3 dicembre, 17 dicembre 2016, 28 gennaio, 25 febbraio, 25 marzo, 8 aprile, 6 maggio 2017

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J. Il Seminario VI, Il desiderio e la sua interpretazione, Einaudi, Torino 2016
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 4 febbraio, 4 marzo, 10 giugno 2017

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Apporto dela filosofia ai modelli psicoterapeutici

Docenti: Monica Gargano con interventi di Carmen Cassutti, Barbara Nicotra
Durata: 18 ore
Date: 15 gennaio, 19 febbraio, 30 aprile, 20 maggio, 18 giugno 2017

Si tratta di un insegnamento integrativo che metterà in luce lo stile con cui Jacques Lacan ha dialogato con i concetti fondamentali di alcune filosofie, implicandosi nel loro discorso e sovvertendone il senso e la logica. Il soggetto cartesiano è il soggetto della scienza a cui si rivolge la psicoanalisi; la verità, la scienza, la morale del dovere, la dialettica sono soltanto alcuni degli ambiti che sono interrogati e trasformati dal discorso psicoanalitico. Saranno fornite le conoscenze essenziali delle filosofie di Cartesio, di Kant e di Hegel per poter cogliere l’operazione di sovvertimento messa in atto dalla psicoanalisi.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Kant con Sade, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., Sovversione del soggettoedialettica del desiderio nell’inconscio freudiano, in Scritti,. vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico.

Durata: 2 ore
Date: 2 dicembre 2016
Luogo: Torino

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 16 dicembre 2016
Luogo: Torino

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 27-28 maggio 2017
Luogo: Torino

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Congresso eurofederazione di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 1-2 luglio 2017
Luogo: Bruxelles

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi
fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

1 - Dipendenze da godimento
Docenti: Gian Francesco Arzente, Luca Rollé, con interventi di Alessandra Fontana, Monica Gargano
Durata: 20 ore.
Data: 14 gennaio, 18 febbraio, 11 marzo, 29 aprile, 21 maggio, 16 giugno 2017

Il corso affronterà la problematica dei sintomi contemporanei, mettendo in rilievo che è la trasformazione della struttura dei legami, dalla famiglia ai legami d’amore, fino ai legami sociali, a produrre sintomi nuovi. Si metterà in rilievo come i sintomi contemporanei siano caratterizzatI da un tratto comune che riguarda la dipendenza da un godimento che domina il soggetto, spingendolo spesso fino alla degradazione e a volte alla morte, sia essa soggettiva o anche fisica.
Si metterà anche in rilievo la differenza tra dipendenza come condizione strutturale dell’essere umano e dipendenza patologica.

Bibliografia essenziale
A.A.V.V. La famille résidu, La cause freudienne n. 65, Navarin edition, Paris
A.A.V.V. I nuovi sintomi, Attualità lacaniana n. 1/2004, Franco Angeli, Milano
A.A.V.V. La désinsertion subjective, La cause freudienne n. 72, Navarin edition, Paris
Freda F.H. Psicoanalisi e tossicomania, Bruno Mondadori, Milano
Freud S. Al di là del principio di piacere, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Il disagio della civiltà (1929), Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Conferenza sul sintomo, in La Psicoanalisi n. 2, Astrolabio, Roma Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Psicoanalisi e medicina, in La psicoanalisi, 32, Astrolabio, Roma

Quarto anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Clinica psicoanalitica con i bambini

Docenti: Paola Bolgiani, con interventi di Monica Buemi, Rosanna Tremante

Durata: 23 ore

Date: 15 gennaio, 14 febbraio, 12 marzo, 15 aprile, 28 maggio, 26 giugno 2016

Il corso prevede lo studio comparato di alcuni modelli psicoanalitici, sia attraverso i fondamenti teorici di ogni autore considerato, sia attraverso l’analisi della conduzione di alcuni casi clinici. Un’attenzione specifica viene dedicata alla differenza fra psicoterapia e psicoanalisi, considerato che entrambe si avvalgono del lavoro di simbolizzazione, di storicizzazione, di seriazione degli elementi significanti per affrontare il sintomo.

Bibliografia essenziale
Freud S. Analisi della fobia di un bambino di cinque anni, Opere, vol. 5, Bollati Boringhieri, Torino
Freud A. Quattro conferenze sull’analisi infantile, Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino
Klein M. Analisi di un bambino, Bollati, Boringhieri, Torino
Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Sul bambino psicotico, in La Psicoanalisi, n.1, Astrolabio, Roma
Lacan J. Due note a Jeanny Aubry, in La Psicoanalisi n.1, Astrolabio, Roma
Winnicott D. Piggle, una bambina, Bollati Boringhieri, Torino

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

2 - Nuove sessualità
Docenti: Mary Nicotra, con interventi di Carmen Cassutti, Maria Teresa Dolfin
Durata: 14 ore.
Data: 14 gennaio, 19 febbraio, 12 marzo, 29 aprile, 21 maggio, 16 giugno 2017

Il corso si propone di attraversare alcuni snodi cruciali che riguardano l’elaborazione della teoria psicoanalitica rispetto alle sessualità nelle sue declinazioni contemporanee. Si articolerà a partire dall’insegnamento di Freud e alla sua elaborazione rispetto alla divisione dei sessi e la questione del maschile e del femminile. Proseguirà con Lacan che, con il suo ultimo insegnamento e l’invenzione del concetto di sessuazione, definisce il situarsi dal lato uomo o donna a partire da posizioni di godimento indipendenti dall’anatomia, proponendo un passaggio da una clinica orientata dalla logica dell’identificazione ad una clinica orientata dall’irriducibile del godimento.

Bibliografia essenziale
Freud S. Tre saggi sulla teoria sessuale (1905), in Opere, vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino, 1989, p. 451. Freud S. Sessualità femminile (1931), in Opere, vol 11, Bollati Boringhieri, Torino, 1989, p.63. Lacan J. Il seminario, Libro XX., Ancora (1972-1973), Einaudi, Torino, 2011. Lacan J. Lo stordito (1972), in Altri scritti, Einaudi, Torino, 2013 Lacan J. Il seminario Libro XVIII, Di un discorso che non sarebbe del sembiante (1971), Einaudi, Torino 1971 p.25. Lacan J. Le Séminaire, Livre XXI, Les non-dupes errent (inedito), lezione del 9 aprile,1974 .

Neuroscienze e inconscio

Docente: Maria Bolgiani, François Ansermet con interventi di Raffaella Borio, Barbara Nicotra
Durata: 14 ore
Data: 17 febbraio, 30 aprile, 20 maggio 2017

Nel corso Neuroscienze e inconscio verrà fornita una revisione critica della letteratura sulle attuali conoscenze nel campo delle neuroscienze, e sarà affrontato il dibattito sul rapporto fra queste e la teoria dell’inconscio, evidenziando i punti di convergenza e i punti di differenza.

Bibliografia essenziale
Ansermet F., Magistretti, P. Neurosciences et psychanalyse, Odile Jacob, Paris
Ansermet F., Magistretti, P. A ciascuno il suo cervello. Plasticità neurale e inconscio (2008), Bollati Boringhieri, Torino
Damasio A.R. L’errore di Cartesio. Emozione, ragione e cervello umano (1994), Adelphi, Milano
Freud S. Meccanismo psichico della dimenticanza (1898), Opere, vol. 2, pp. 423-430, Bollati Boringhieri, Torino
Kandel E.R. Psichiatria, psicoanalisi e nuova biologia della mente (2005), R. Cortina Editore, Milano
Lacan J. La scienza e la verità (1965), in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino
Miller J.- A. Biologia lacaniana ed eventi di corpo (1999), in La Psicoanalisi, n. 28, Astrolabio, Roma

Clinica psicoanalitica delle psicosi

Docenti: Davide Pegoraro, Guy Briole con interventi di Roberta Margiaria, Maria Laura Tkach
Durata: 21 ore
Date: 15 gennaio, 18 febbraio, 12 marzo, 29 aprile, 18 giugno 2017

Il corso ha l’obiettivo di individuare come un terapeuta può rapportarsi a un soggetto psicotico affinché si producano le condizioni in cui si realizza una stabilizzazione. Dopo un passaggio attraverso i classici della psichiatria, il corso si soffermerà sulla tradizione psicoanalitica e in particolare sull’insegnamento di S. Freud e J. Lacan nel campo delle psicosi.

Bibliografia essenziale
Binswanger L. Melanconia e mania, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Nevrosi e psicosi, in Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. La perdita della realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro III. Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro XXIII, Astrolabio, Roma
Lefort R. e R. Les structures de la psychose, Seuil, Paris
Maleval J.C. Logique du delire, Masson, Paris
Maleval J.C. L’autiste et sa voix, Seuil, Paris
Minkowski E. La schizofrenia, Einaudi, Torino
Naveau P. Les psychoses et le lien social, Antrophos, Paris
Zenoni A. Le psicosi e al di là del padre, Franco Angeli, Milano

Criminologia

Docenti: Silvia Morrone, con interventi di Paola Antoniotti, Cinzia Sobrero
Durata: 16 ore
Date: 14 gennaio, 10 marzo, 19 maggio, 17 giugno 2017

Il corso di Criminologia affronterà la storia e lo sviluppo della criminologia, le differenti modalità di trattamento del crimine, i modi in cui si istituiscono il giudizio e la responsabilità soggettiva, i rapporti tra legge, psichiatria e psicoterapie.

Bibliografia essenziale
Fornari U. Trattato di psichiatria forense, Terza edizione, Unione Tipografico – Editrice Torinese, Torino
Foucault M. La verità e le forme giuridiche, da Archivio Foucault 2, a cura di A. Del Lago, Campi del sapere/Feltrinelli, Milano
Lacan J. Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti, I, Einaudi, Torino

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 3 dicembre, 17 dicembre 2016, 28 gennaio, 25 febbraio, 25 marzo, 8 aprile, 6 maggio 2017

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J. Il Seminario VI, Il desiderio e la sua interpretazione, Einaudi, Torino 2016
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 4 febbraio, 4 marzo, 10 giugno 2017

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 27-28 maggio 2017
Luogo: Torino

Integrativi

Incontro di apertura dell’anno accademico

Durata: 2 ore
Date: 2 dicembre 2016
Luogo: Torino

Congresso eurofederazione di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 1-2 luglio 2017
Luogo: Bruxelle

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 16 dicembre 2016
Luogo: Torino

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Storia della psicoterapia

Docente: Paola Bolgiani, con interventi di Monica Buemi, Barbara Nicotra
Durata: 15 ore
Date: 16 gennaio, 12 febbraio, 29 maggio, 24 giugno 2016

Il corso delinea la storia della nascita delle psicoterapie, con particolare riferimento alla nascita della psicoanalisi con Freud e al successivo prodursi, a partire da questa, di nuovi campi psicoterapeutici che da essa prendono le mosse, differenziandosene sia in termini concettuali e teorici, sia in termini di obiettivi clinici.
Viene inoltre interrogata la nascita della corrente cognitivo comportamentale in alternativa alla psicoanalisi nonché il progressivo accostarsi di alcune correnti psicoanalitiche a tale modello teorico-clinico.
Infine, il corso percorre la storia della psicoanalisi lacaniana dall’entrata in scena di Lacan nel campo della psicoanalisi classica ai pi` recenti movimenti nel Campo Freudiano, cercando i mettere in rilievo la posta in gioco intorno a cui si sono prodotte delle scissioni e formate correnti diverse e alternative.

Bibliografia essenziale
Freud S., Per la storia del movimento psicoanalitico (1914), in Opere, vol. 7, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Autobiografia (1924), in Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Situazione della psicoanalisi e formazione dello psicoanalista della Scuola (1967), in Altri Scritti, Einaudi, Torino

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri e dott.a Maria Teresa Colella
Durata: 8 ore
Data: 27 maggio 2016

    Il corso tratterà i seguenti punti:

  • 1. Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale.
  • 2. Metapsicologia freudiana.
  • 3. Pulsioni e relazioni oggettuali.
  • 4. Transfert e controtransfert.
  • 5. Interpretazione e holding.
  • 6. Setting e processo analitico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P., Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica. Borla, Roma.
Janiri L.(a cura), La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura, Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J., Pontalis J.-B., Enciclopedia della psicoanalisi, Universale Laterza, Bari.
Quinodoz M., Leggere Freud. Borla, Roma

Il modello psicoanalitico dell’età evolutiva

Docente: prof.a Pia Massaglia
Durata: 5 ore
Data: 15 aprile 2016

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale
Algini M.L., Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma.
Ferro A., La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Carmelo Licitra Rosa, con interventi di Paola Bolgiani, Roberta Margiaria, Maria Laura Tkachbr> Durata: 10 ore
Date: 11 - 12 marzo 2016

Una delle direttrici pi` feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • 1. Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc…
    Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica. Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre pi` lontane, come quella di empatia, ecc… è possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune?
    Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • 2. Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963). Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica. Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti. Einaudi, Torino 1974

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 112 dicembre, 19 dicembre 2015, 23 gennaio, 20 febbraio, 19 marzo, 09 aprile, 14 maggio 2016

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Il Seminario, Libro XVIII, Di un discorso che non sarebbe del sembiante (1971), Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 6 febbraio, 5 marzo, 4 giugno 2016

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Semina35rio collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato.
Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A. Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Incontro apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 11 dicembre 2015

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, con interventi di Raffaella Borio, Davide Pegoraro
Durata: 16 ore
Date: 16 gennaio, 13 febbraio, 17 aprile, 25 giugno 2016

Il corso Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi comincerà interrogandosi sullo statuto epistemologico della scienza dalla prima rivoluzione scientifica fino all’epoca del positivismo, sottolineandone i cambiamenti metodologici paradigmatici. Si soffermerà poi sul metodo dell’ipnosi e sul metodo catartico agli albori della psicoanalisi per approdare alla associazione libera nel transfert prima e dopo l’ipotesi della pulsione di morte. Infine passerà ad affrontare l’oggetto della psicoanalisi, l’inconscio in Freud e la Spaltung, ossia la divisione del soggetto che si costituisce come un “otto interno” nell’esclusione interna dell’oggetto a che divide il soggetto, in Lacan.
Sarà utile accedere ai testi indicati nella bibliografia essenziale.

Bibliografia essenziale
Freud S., Studi sull’isteria, in Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Interpretazione dei sogni, in Opere, vol.3, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Funzione e campo della parola e del linguaggio, in Scritti, Einaudi, Torino Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, Einaudi, Torino

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 4 marzo 2016

Giornata della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi sulla psicoanalisi applicata

Durata: 10 ore
Data: 27 febbraio 2016

Congresso associazione mondiale di piscoanalisi (opzionale)

Durata: 16 ore
Date: 25 - 28 aprile 2016

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 11 - 12 giugno 2016

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Secondo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica I

Docenti: Maria Bolgiani, con interventi di Carmen Cassutti, Mary Nicotra

Durata: 28 ore

Date: 16 gennaio, 13 febbraio, 12 marzo, 15 aprile, 29 maggio, 25 giugno 2016

Il corso intende permettere agli allievi di accostarsi al tema della diagnosi in psicoanalisi, evidenziando le specificità e le differenze rispetto alla diagnosi in altre discipline e soffermandosi in particolare sul fatto che in psicoanalisi la diagnosi implica il transfert. Si affronterà la lettura di testi freudiani in relazione alla diagnosi differenziale tra nevrosi psicosi e perversione.

Bibliografia essenziale
Freud S., La neuropsicosi da difesa, in Opere, vol. 2, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La perdita di realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La negazione, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Risposta al commento di Jean Hyppolite sulla Verneinung di Freud, in Scritti, vol.1, Einaudi, Torino

Psicopatologia generale ed elementi di psicofarmacologia

Docenti: Paola Bolgiani con interventi di Paola Antoniotti, Cinzia Sobrero
Durata: 28 ore
Data: 16 gennaio, 13 febbraio, 13 marzo, 17 aprile, 28 maggio, 25 giugno 2016

In questo corso vengono introdotti le principali forme psicopatologiche secondo le classificazioni e le descrizioni attualmente pi` utilizzate in capo psicoterapeutico, per metterle in tensione con la modalità di approccio offerta dalla psicoanalisi lacaniana.
Vengono presi in considerazione in modo particolare il campo delle vecchie e nuove dipendenze quello delle patologie post traumatiche, quello dei disturbi di personalità, quello del disturbo bipolare, ed altri. Una parte del corso è dedicata ad una introduzione alla psicofarmacologia, ad una breve storia dell’evoluzione degli psicofarmaci e all’uso dei farmaci nei diversi contesti di cura e, in particolare, nella relazione di transfert.

Bibliografia essenziale
AA.VV., Les psychanalystes et le médicament, Mental. Revue Internationale de Santé Mentale et Psychanalyse. n. 19.
Schneider, K.(1980), Psicopatologia clinica, Giovanni Fioriti Editore, Firenze, 1980.
Freud S., Psicopatologia della vita quotidiana in Opere, vol.4, Bollati Boringhieri, Torino
AA.VV., La conversazione di Arcachon. Casi rari. Gli inclassificabili della clinica, Atrolabio, Roma 1999

Elementi di psicologia giuridica

Docenti: Sergio Caretto con interventi di Barbara Nicotra, Davide Pegoraro
Durata: 22 ore
Date: 15 gennaio, 14 febbraio, 11 marzo, 16 aprile, 28 maggio, 26 giugno 2016

Il corso intende mettere in luce l’apporto teorico – clinico della psicoanalisi alla psicologia giuridica. Il concetto di responsabilità soggettiva, la differenza tra realtà del fatto criminoso e realtà psichica, la clinica differenziale del passaggio all’atto, l’incidenza della società rispetto ai concetti di norma e di devianza, sono alcuni degli assi che verranno presi in esame ed approfonditi nel corso.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Il disagio della civiltà, in Opere. Vol 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti. vol. I, Einaudi, Torino.
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Foucault, M., Sorvegliare e punire, Einaudi, Torino.
Gulotta. G., Elementi di Psicologia Giuridica e di diritto psicologico, Giuffrè editore, Milano.

Fondamenti di clinica psicoanalitica delle nevrosi

Docenti: Maria Laura Tkach con interventi di Monica Buemi, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 17 gennaio, 14 febbraio, 12 marzo, 16 aprile, 24 giugno 2016

Quali sono le coordinate strutturali soggettive necessarie da considerare nella clinica psicoanalitica con le nevrosi? Quali sono gli assi fondanti la struttura del soggetto nevrotico, secondo Freud e Lacan e che lo psicoterapeuta di orientamento lacaniano non può perdere di vista nella direzione della cura a meno che non voglia navigare a vista?
Il sintomo nevrotico, l’economia soggettiva libidica, la strutturazione del Complesso di Edipo, sono alcuni dei temi cardini della clinica psicoanalitica delle nevrosi che il corso affronterà.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi (1916-17), in Opere, vol. 8, Bollati Boringhieri,

Il modello clinico della teoria sistemica

Docente: Francesco Bruni
Durata: 5 ore
Data: 27 maggio 2016

Nel corso si svolgerà il seguente percorso:

  • Parte prima
    Per un inquadramento sistemico relazionale: il ciclo di vita l’approccio strutturale il problema della differenziazione le tematiche comunicazionali lealtà e miti in terapia familiare
  • Parte seconda
    Un’euristica nella terapia di coppia presentazione di due casi emblematici con analisi agenda personale – patto iniziale – i miti della coppia – gli eventi critici – ristrutturazione
    gli oggetti fluttuanti in terapia relazionale.

Il modello clinico dell’analisi transazionale

Docente: Daniela Allamandri
Durata: 5 ore
Data: 12 febbraio 2016

Contestualizzazione: origini, aspetti storici e sociali, cenni sul fondatore Eric Berne.
Epistemologia iniziale, inquadramento teorico, le radici psico-dinamiche.
Caratteristiche specifiche: la base della comunicazione, l’importanza della relazione, concetto benessere psico-fisico, il copione di vita.
Evoluzione (cenni). Dall’epistemologia deterministica a quella fenomenologica a quella probabilistica, L’Analisi transazionale oggi. Collegamento con l’epistemologia della complessità.

Bibliografia essenziale
Berne, E., Analisi transazionale e psicoterapia. Astrolabio, Roma.
Berne, E., Ciao e.. poi?. Bompiani, Milano.
English, F., Fin dove i copion. Neopsiche, Torino.
Giovannoli Vercellino, C., Il gruppo psicoterapeutico. Trauben Torino.
Moiso, C., Analisi transazionale delle relazioni transferali. Neopsiche ,Torino.
Novellino, M., L’approccio clinico all’Analisi transazionale. Angeli, Milano.

Seminario Fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Data: 12 dicembre, 19 dicembre 2015, 23 gennaio, 20 febbraio, 19 marzo, 09 aprile, 14 maggio 2016

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J., Il Seminario, Libro XVIII, Di un discorso che non sarebbe del sembiante (1971), Einaudi, Torino.
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 6 febbraio, 5 marzo, 4 giugno 2016

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Giornata della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi sulla psicoanalisi applicata

Durata: 10 ore
Data: 27 febbraio 2016

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 11 dicembre 2015

Congresso eurofederazione di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 4-5 luglio 2015

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi; Associazione Mondiale di Psicoanalisi

Durata: 4 ore
Data: 4 marzo 2016

Congresso associazione mondiale di pisco analisi (opzionale)

Durata: 16 ore
Date: 25 - 28 aprile 2016

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Terzo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica II

Docente: Sergio Caretto con interventi di Mary Nicotra, Cinzia Sobrero

Durata: 28 ore

Date: 17 gennaio, 12 febbraio, 12 marzo, 15 aprile, 29 maggio, 24 giugno 2016

Il corso prenderà in esame la diagnosi differenziale nei diversi momenti dell’insegnamento di Jacques Lacan, al fine di cogliere alcune svolte concettuali fondamentali nell’elaborazione psicoanalitica e le ricadute per ciò che concerne la diagnosi. L’introduzione del significante del Nome-del-padre quale spartiacque tra il campo delle nevrosi e quello delle psicosi, la successiva pluralizzazione nei Nomi-del padre, fino ad arrivare all’ultimo insegnamento sul Sinthomo, sono alcuni passaggi presenti in Lacan che orienteranno il lavoro del corso.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Una questione preliminare ad ogni possibile trattamento della psicosi, in Scritti vol. II, Einaudi, Torino 1974.
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J., Il Seminario Libro XXIII, Il Sinthomo, Astrolabio, Roma 2006, p.161.
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Storia e politica delle istituzioni di cura

Docente: Silvia Morrone con interventi di Paola Bolgiani, Norma De Piccoli, Barbara Nicotra
Durata: 18 ore
Data: 15 gennaio, 13 febbraio, 12 marzo, 16 aprile, 25 giugno 2016

Il corso affronta il tema di come sono nate e come si sono evolute le istituzioni preposte alla cura delle malattie mentali e come sono cambiati i modelli di funzionamento nelle diverse epoche storiche e fino ai giorni nostri, in relazione ai diversi contesti politici e culturali. Particolare attenzione verrà posta alle politiche delle istituzioni di cura oggi e alle esperienze attuali.

Bibliografia essenziale
Basaglia F., (a cura), L’istituzione negata, Baldini & Castoldi, Milano
Basaglia F., Scritti, Einaudi, Torino
Foucault M., Il potere psichiatrico, Corso al College de France (1973-74), Feltrinelli, Milano
Foucault M., Storia della follia nell’età classica, Feltrinelli, Milano
Foucault M., Nascita della clinica, Einaudi, Torino
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma
Zenoni A., L’autre pratique clinique. Psychanalyse et institution thérapeutique, Editions
Eres, Toulouse

Psicopatologia dell’età evolutiva

Docente: Maria Laura Tkach con interventi di Monica Buemi, Rosanna Tremante
Durata: 28 ore.
Data: 16 gennaio, 13 febbraio, 13 marzo, 17 aprile, 28 maggio, 25 giugno 2016

Il corso intende fornire un approccio dinamico, in termini di modalità di relazione e disfunzioni della relazione (marcati da momenti di svolta, oppure da fissazioni), di sviluppo libidico e di funzionamento/disfunzionamento nella prima infanzia ed in età adolescenziale (stadi dello sviluppo libidico, costituzione dell’identità, costituzione edipica e le sue conseguenze, risveglio pulsionale e conflittuale nell’adolescenza). Altri punti da trattare: problemi diagnostici in età evolutiva, rapporto genitori-bambino, quadri clinici, organizzazione e modalità relazionali in adolescenza, i malesseri negli adolescenti d’oggi, disturbi dell’alimentazione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Ammaniti M., (a cura di), Manuale di psicopatologia dell’infanzia, R. Cortina Editore,MIlano.
Ansermet F., Clinica dell’origine. Il bambino tra medicina e psicoanalisi, Franco Angeli, Milano
Freud S., Tre saggi per una teoria sessuale, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud S., Il tramonto del complesso edipico, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino.
Lacan J., Dei Nomi-del-Padre, Einaudi, Torino
Lacan J., Sul bambino psicotico e Due note sul bambino in La psicoanalisi n. 1, Astrolabio
Roma.
Miller J.A., Linee di lettura, in Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo,
Einaudi, Torino.
AA.VV., La cause freudienne n. 78, Navarin edition, Paris

Elementi di psichiatria

Docente: Maria Bolgiani con interventi di Carmen Cassutti, Roberta Margiaria
Durata: 15 ore.
Date: 15 gennaio, 14 febbraio, 16 aprile, 27 maggio 2016

Nel corso Elementi di psichiatria viene percorsa la storia della psichiatria, con un panorama dei modelli e delle scuole di pensiero, e una definizione dell’ambito di intervento della disciplina. Vengono poi affrontate le differenze tra l’approccio propriamente psichiatrico e quelli psicologico clinico, psicoterapeutico e psicoanalitico nella diagnosi e nel trattamento, e i rapporti tra la psicoanalisi e la psichiatria in Freud e in Lacan.
Infine ci si soffermerà sugli interventi in psichiatria (psicofarmacologici, psicoterapeutici e psicosociali), sull’organizzazione dei servizi psichiatrici, su questioni di etica e di legislazione psichiatrica.

Bibliografia essenziale
Freud S., (1915-17), Psicoanalisi e psichiatria, in Introduzione alla psicoanalisi Opere, vol. 8, pp. 407-419, Boringhieri, Torino.
Lacan J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Jervis G., (1975), Manuale critico di psichiatria, Feltrinelli Editore, Milano, 1975
Pichot P., Une siècle de psichiatrie, Synthélabo ed.

Il modello clinico dell’orientamento junghiano

Docente: Paola Terrile
Durata: 5 ore
Data: 11 marzo 2016

Nel corso verranno presi in esame, in senso sia descrittivo che storico, i fondamenti della Psicologia analitica di C.G. Jung, con particolare riguardo alla relazione tra la concezione teorica della psiche e la sua applicabilità clinica. In particolare verranno presi in esame il ruolo della relazione con l’inconscio nel processo terapeutico, la dinamica e la metodologia della relazione terapeutica, l’espressione simbolica come centro della trasformazione psichica. Alcune vignette cliniche illustreranno i concetti-chiave del corso.

Bibliografia essenziale
Jung C.G., L’Io e l’inconscio, La psicologia dell’inconscio Opere Complete, vol.7, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Riflessioni teoriche sull’essenza della psiche, Opere, vol.8, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Gli archetipi e l’inconscio collettivo Opere, vol.9/1, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., La psicologia della traslazione Opere, vol.16, Bollati Boringhieri, Torino.

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e
stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanaisi
Durata: 50 ore
Data: 12 dicembre, 19 dicembre 2015, 23 gennaio, 20 febbraio, 19 marzo, 09 aprile, 14 maggio 2016

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Il Seminario, Libro XVIII, Di un discorso che non sarebbe del sembiante (1971), Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 7 febbraio, 14 marzo, 6 giugno 2015

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato.
Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Apporto dela filosofia ai modelli psicoterapeutici

Docenti: Monica Gargano con interventi di Gian Francesco Arzente, Maria Teresa Dolfin, Alessandra Fontana
Durata: 16 ore
Date: 16 gennaio, 14 febbraio, 16 aprile, 28 maggio, 26 giugno 2016

Si tratta di un insegnamento integrativo che metterà in luce lo stile con cui Jacques Lacan ha dialogato con i concetti fondamentali di alcune filosofie, implicandosi nel loro discorso e sovvertendone il senso e la logica. Il soggetto cartesiano è il soggetto della scienza a cui si rivolge la psicoanalisi; la verità, la scienza, la morale del dovere, la dialettica sono soltanto alcuni degli ambiti che sono interrogati e trasformati dal discorso psicoanalitico. Saranno fornite le conoscenze essenziali delle filosofie di Cartesio, di Kant e di Hegel per poter cogliere l’operazione di sovvertimento messa in atto dalla psicoanalisi.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Kant con Sade, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., Sovversione del soggettoedialettica del desiderio nell’inconscio freudiano, in Scritti,. vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino

Giornata della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi sulla psicoanalisi applicata

Durata: 10 ore
Data: 27 febbraio 2016

Incontro di apertura dell'anno accademico.

Durata: 2 ore
Date: 11 dicembre 2015

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 4 marzo 2016

Congresso associazione mondiale di piscoanalisi (opzionale)

Durata: 16 ore
Date: 25 - 28 aprile 2016

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 11 - 12 giugno 2016

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi
fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Quarto anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Clinica psicoanalitica con i bambini

Docenti: Paola Bolgiani, Maria Teresa Dolfin, con interventi di Roberta Margiaria, Maria Laura Tkach

Durata: 28 ore

Date: 15 gennaio, 14 febbraio, 12 marzo, 15 aprile, 28 maggio, 26 giugno 2016

Il corso prevede lo studio comparato di alcuni modelli psicoanalitici, sia attraverso i fondamenti teorici di ogni autore considerato, sia attraverso l’analisi della conduzione di alcuni casi clinici. Un’attenzione specifica viene dedicata alla differenza fra psicoterapia e psicoanalisi, considerato che entrambe si avvalgono del lavoro di simbolizzazione, di storicizzazione, di seriazione degli elementi significanti per affrontare il sintomo.

Bibliografia essenziale
Freud S. Analisi della fobia di un bambino di cinque anni, Opere, vol. 5, Bollati Boringhieri, Torino
Freud A. Quattro conferenze sull’analisi infantile, Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino
Klein M. Analisi di un bambino, Bollati, Boringhieri, Torino
Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Sul bambino psicotico, in La Psicoanalisi, n.1, Astrolabio, Roma
Lacan J. Due note a Jeanny Aubry, in La Psicoanalisi n.1, Astrolabio, Roma
Winnicott D. Piggle, una bambina, Bollati Boringhieri, Torino

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

Docenti: Gian Francesco Arzente, Luca Rollé, con interventi di Sergio Caretto, Leonardo Mendolicchio, Barbara Nicotra
Durata: 28 ore.
Data: 16 gennaio, 13 febbraio, 11 marzo, 16 aprile, 29 maggio, 24 giugno 2016

Il corso affronterà la problematica dei sintomi contemporanei, mettendo in rilievo che è la trasformazione della struttura dei legami, dalla famiglia ai legami d’amore, fino ai legami sociali, a produrre sintomi nuovi. Si metterà in rilievo come i sintomi contemporanei siano caratterizzatI da un tratto comune che riguarda la dipendenza da un godimento che domina il soggetto, spingendolo spesso fino alla degradazione e a volte alla morte, sia essa soggettiva o anche fisica.
Si metterà anche in rilievo la differenza tra dipendenza come condizione strutturale dell’essere umano e dipendenza patologica.

Bibliografia essenziale
A.A.V.V. La famille résidu, La cause freudienne n. 65, Navarin edition, Paris
A.A.V.V. I nuovi sintomi, Attualità lacaniana n. 1/2004, Franco Angeli, Milano
A.A.V.V. La désinsertion subjective, La cause freudienne n. 72, Navarin edition, Paris
Freda F.H. Psicoanalisi e tossicomania, Bruno Mondadori, Milano
Freud S. Al di là del principio di piacere, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Il disagio della civiltà (1929), Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Conferenza sul sintomo, in La Psicoanalisi n. 2, Astrolabio, Roma Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Psicoanalisi e medicina, in La psicoanalisi, 32, Astrolabio, Roma

Neuroscienze e inconscio

Docente: Maria Bolgiani con interventi di Mary Nicotra, Rosanna Tremante
Durata: 14 ore
Data: 12 febbraio, 17 aprile, 28 maggio 2016

Nel corso Neuroscienze e inconscio verrà fornita una revisione critica della letteratura sulle attuali conoscenze nel campo delle neuroscienze, e sarà affrontato il dibattito sul rapporto fra queste e la teoria dell’inconscio, evidenziando i punti di convergenza e i punti di differenza.

Bibliografia essenziale
Ansermet F., Magistretti, P. Neurosciences et psychanalyse, Odile Jacob, Paris
Ansermet F., Magistretti, P. A ciascuno il suo cervello. Plasticità neurale e inconscio (2008), Bollati Boringhieri, Torino
Damasio A.R. L’errore di Cartesio. Emozione, ragione e cervello umano (1994), Adelphi, Milano
Freud S. Meccanismo psichico della dimenticanza (1898), Opere, vol. 2, pp. 423-430, Bollati Boringhieri, Torino
Kandel E.R. Psichiatria, psicoanalisi e nuova biologia della mente (2005), R. Cortina Editore, Milano
Lacan J. La scienza e la verità (1965), in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino
Miller J.- A. Biologia lacaniana ed eventi di corpo (1999), in La Psicoanalisi, n. 28, Astrolabio, Roma

Criminologia

Docenti: Silvia Morrone, con interventi di Monica Buemi, Monica Gargano
Durata: 20 ore
Date: 16 gennaio, 12 marzo, 27 maggio, 25 giugno 2016

Il corso di Criminologia affronterà la storia e lo sviluppo della criminologia, le differenti modalità di trattamento del crimine, i modi in cui si istituiscono il giudizio e la responsabilità soggettiva, i rapporti tra legge, psichiatria e psicoterapie.

Bibliografia essenziale
Fornari U. Trattato di psichiatria forense, Terza edizione, Unione Tipografico – Editrice Torinese, Torino
Foucault M. La verità e le forme giuridiche, da Archivio Foucault 2, a cura di A. Del Lago, Campi del sapere/Feltrinelli, Milano
Lacan J. Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti, I, Einaudi, Torino

Clinica psicoanalitica delle psicosi

Docenti: Davide Pegoraro, Guy Briole, Con Interventi Di Carmen Cassutti, Cinzia Sobrero
Durata: 23 ore
Date: 17 gennaio, 13 febbraio, 13 marzo, 16 aprile, 25 giugno 2016

Il corso si propone l’obiettivo di mettere in rilievo entro quali coordinate si deve situare l’intervento del terapeuta per produrre un trattamento in un soggetto psicotico. Si estrarranno i concetti cardine della direzione della cura nella clinica psicoanalitica delle psicosi, percorrendo l’insegnamento di Sigmund Freud, Jacques Lacan e alcuni autori del campo freudiano.

Bibliografia essenziale
Freud S., La perdita di realtà nella nevrosi e nella psicosi (1924), in Opere, Bollati Boringhieri, Torino 1978, vol. 10.
Freud S., Nevrosi e psicosi (1923), in Opere, Bollati Boringhieri, Torino 1977, vol. 9.
Freud S., Osservazioni psicoanalitiche su un caso di paranoia (dementia paranoides) descritto autobiograficamente (Caso clinico del presidente Schreber) (1910), Opere, Bollati Boringhieri, Torino 1974, vol. 6.
Lacan J., Una questione preliminare ad ogni possibile trattamento della psicosi, in Scritti, vol. II, Einaudi, Torino 1974.
Lacan J., Il Seminario Libro III, Le psicosi (1955-1956), Einaudi, Torino 2010.
Lacan J., Il Seminario Libro XXIII, Il Sinthomo (1975-1976), Astrolabio, Roma 2006.
Miller J.-A., Schizofrenia e paranoia, in La Psicoanalisi, n. 25, Astrolabio, Roma 1999.
Miller J.-A., Pezzi staccati, Astrolabio, Roma 2006.

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 12 dicembre, 19 dicembre 2015, 23 gennaio, 20 febbraio, 19 marzo, 09 aprile, 14 maggio 2016

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi
e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli
assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura
nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno
psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la
posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente
e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono
causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e
come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le
identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto,
sipotranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo
passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di
ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che
il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli
atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel
discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J. Il Seminario, Libro XVIII, Di un discorso che non sarebbe del sembiante (1971), Einaudi, Torino

Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 6 febbraio, 5 marzo, 4 giugno 2016

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una
problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze,
anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le
depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei
Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e
per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano,
con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che
hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato.
Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni,
l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi,
il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Integrativi

Incontro di apertura dell’anno accademico

Durata: 2 ore
Date: 12 dicembre 2014

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 4 marzo 2016

Giornata della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi sulla psicoanalisi applicata

Durata: 10 ore
Data: 27 febbraio 2016

Congresso associazione mondiale di piscoanalisi (opzionale)

Durata: 16 ore
Date: 25 - 28 aprile 2016

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 11 - 12 giugno 2016

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Storia della psicoterapia

Docente: Maria Teresa Dolfin, con interventi di Raffaella Borio, Rosanna Tremante
Durata: 15 ore
Date: 17 gennaio, 20 febbraio, 25 aprile, 24 maggio 2015

Il corso fornirà le linee essenziali che, a partire dal ’900, hanno segnato il campo della psicoterapia.
Dopo aver individuato un primo percorso storico a partire dall’antichità greca e attraverso l’età moderna fino alle scuole francesi di Charcot e Binet, si osserva come la pratica della psicoterapia agli inizi del secolo scorso rimanga in ambiti medico-psichiatrici.
Con Freud nasce l’approccio psicoanalitico come paradigma psicoterapeutico.
Dopo le prime scissioni di Adler e Jung che costituiscono delle proprie scuole di psicoterapia, seguono quelle di Rank, Reick e altri.
Negli anni ‘30 con Watson e Skinner hanno inizio negli Stati Uniti delle pratiche terapeutiche su basi comportamentali, che inaugurano basi teoriche alternative a quelle psicoanalitiche.
Psicoanalisi e comportamentismo non esauriscono il campo della psicoterapia, dal momento che vi è un terzo filone, detto umanistico-esistenziale originato in California (Rogers, Perls , Berne, From).
Nelle ultime decadi del secolo si evidenziano nuovi scenari: una marcata tendenza all’eclettismo teorico-clinico, l’introduzione delle cure farmacologiche durante la psicoterapia e lo sviluppo delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale
Freedheim D. K. (a cura), Storia della psicoterapia: un secolo di cambiamenti. Ma.Gi., Roma,1998
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi. Nuova serie di lezioni, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 11, 1979, p.117’284
Lacan J., Problèmes cruciaux pour la psychanalyse in Autres Ecrits. Editions du Seuil, Paris, 2001, p.199’202

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Carmelo Licitra Rosa, con interventi di Maria Bolgiani, Sergio Caretto, Roberta Margiaria, Maria Laura Tkach
Durata: 10 ore
Date: 20 - 21 marzo 2015

Una delle direttrici più feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • 1. Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc…
    Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica. Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre più lontane, come quella di empatia, ecc… è possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune?
    Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • 2. Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963). Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica. Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti. Einaudi, Torino 1974

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri
Durata: 8 ore
Data: 23 maggio 2015

    Il corso tratterà i seguenti punti:

  • 1. Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale.
  • 2. Metapsicologia freudiana.
  • 3. Pulsioni e relazioni oggettuali.
  • 4. Transfert e controtransfert.
  • 5. Interpretazione e holding.
  • 6. Setting e processo analitico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P., Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica. Borla, Roma.
Janiri L.(a cura), La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura, Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J., Pontalis J.-B., Enciclopedia della psicoanalisi, Universale Laterza, Bari.
Quinodoz M., Leggere Freud. Borla, Roma

Il modello psicoanalitico dell’età evolutiva

Docente: prof.a Pia Massaglia
Durata: 5 ore
Data: 19 giugno 2015

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale
Algini M.L., Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma.
Ferro A., La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 13 dicembre, 20 dicembre 2014, 31 gennaio, 28 febbraio, 28 marzo, 11 aprile, 30 maggio 2015

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Il Seminario libro XX,Ancora, Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 7 febbraio, 14 marzo, 6 giugno 2015

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Semina35rio collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato.
Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud S., Il disagio della civiltà, Opere,vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi, Seminario libro XI, Einaudi editore
Lacan J., Seminario, Libro XX, Ancora, Einaudi, Torino
Miller J.-A., Silet lez. XII, in La Psicoanalisi n. 21, Astrolabio, Roma.

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, Maria Laura Tkach, con interventi di Carmen Cassutti, Alessandra Fontana
Durata: 16 ore
Date: 18 gennaio, 21 febbraio, 26 aprile, 20 giugno 2015

Si tratterà di far acquisire una conoscenza essenziale ma criticamente costruita dei fondanti epistemologici e metodologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi, affrontando, dopo un breve excursus filosofico della nozione di psyché, le principali antinomie epistemologiche attuali e approfondendo, a partire dal modello positivista di scienza, la conoscenza di alcuni metodi della psicologia (osservazione, metodo sperimentale, metodo clinico, ecc.) Si intende affrontare anche la questione riguardante la coerenza tra teoria, metodo e applicazioni pratiche dei diversi orientamenti della psicologia e della psicoterapia.

Bibliografia essenziale
Mecacci L. Manuale di storia della psicologia, Giunti Editore, Firenze.
Cioffi F., Luppi G., Vigorelli A. Il testo filosofico, voll. 1, 3.1, 3.2, Bruno Mondadori, Milano.

Incontro apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 12 dicembre 2014

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Data: 13 marzo 2015

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 30-31 maggio 2015

Congresso eurofederazione di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 4-5 luglio 2015

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocini

Durata: 50 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Secondo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica I

Docenti: Paola Bolgiani, con interventi di Stefano Avedano, Davide Pegoraro, Maria Laura Tkach

Durata: 28 ore

Date: 17 gennaio, 20 febbraio, 21 marzo, 25 aprile, 24 maggio, 21 giugno 2015

Il corso introduce l’allievo al concetto di diagnosi, alla funzione, alle diverse modalità diagnostiche e agli strumenti utilizzati per la diagnosi differenziale. Vengono considerate le analogie e le differenze sul tema della diagnosi in diversi contesti: medico, psicologico, psichiatrico, psicoanalitico. Infine, l’allievo è introdotto alla lettura dei testi di Freud in relazione alla diagnosi differenziale di nevrosi, piscosi e perversione.

Bibliografia essenziale
Freud, S., Nevrosi e psicosi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., La perdita di realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., La negazione, Opere, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Il Seminario, Libro III, Le psicosi. Einaudi, Torino.

Elementi di psicologia giuridica

Docenti: Gian Francesco Arzente con interventi di Monica Buemi, Silvia Morrone
Durata: 22 ore
Date: 22 febbraio, 21 marzo, 26 aprile, 23 maggio, 20 giugno 2015

L’obiettivo di questo corso è quello di mettere in evidenza come, nel tempo, il diritto, la sociologia, la filosofia, l’antropologia, la psicologia e la psicoanalisi hanno intrecciato il loro percorso incontrandosi nella disciplina della Psicologia Giuridica che, sempre più, sia in ambito civile che penale, trova applicazione nella nostra società. Il corso avrà un taglio clinico-diagnostico a partire dal fondamentale apporto che la teoria psicoanalitica ha dato e può dare per contribuire alla lettura ed all’analisi di un caso d’omicidio.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Il disagio della civiltà, in Opere. Vol 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti. vol.I, Einaudi, Torino.
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Foucault, M., Sorvegliare e punire, Einaudi, Torino.
Gulotta. G., Elementi di Psicologia Giuridica e di diritto psicologico, Giuffrè editore, Milano.

Psicopatologia generale ed elementi di psicofarmacologia

Docenti: Maria Bolgiani con interventi di Barbara Nicotra, Rosanna Tremante
Durata: 28 ore
Data: 18 gennaio, 21 febbraio, 22 marzo, 24 aprile, 23 maggio, 20 giugno 2015

Nel corso Psicopatologia ed elementi di psicofarmacologia vengono introdotte le principali forme psicopatologiche, con particolare attenzione alle classificazioni attualmente più utilizzate in campo psicoterapeutico. Una parte del corso è dedicata all’uso della psicofarmacologia in relazione alle psicoterapie (uso del farmaco su indicazione del curante o su richiesta del paziente, valenze dell’uso del farmaco in una relazione di transfert, il farmaco come possibile ausilio od ostacolo alla cura), per fornire agli allievi alcune conoscenze di base in questo campo con cui gli psicoterapeuti spesso si trovano ad interagire.

Bibliografia essenziale
AA.VV., Les psychanalystes et le médicament, Mental. Revue Internationale de Santé Mentale et Psychanalyse. n. 19.
Gabbard, G.O., Psichiatria psicodinamica. Quarta Edizione, Raffaello Cortina, Milano 2007.
Lacan, J., Psicoanalisi e medicina, (1966), in La Psicoanalisi n.32. Astrolabio, Roma 2002.
Schneider, K.(1980), Psicopatologia clinica, Giovanni Fioriti Editore, Firenze.

Fondamenti di clinica psicoanalitica delle nevrosi

Docenti: Rosa Elena Manzetti e Mercedes De Francisco, con interventi di Monica Buemi, Monica Gargano, Rosanna Tremante
Durata: 21 ore
Date: 16 gennaio, 21 febbraio, 20 marzo, 25 aprile, 22 maggio 2015

L’inconscio sorge sempre dove non è atteso: Freud l’ha scoperto ascoltando le isteriche, i loro sogni, lapsus, atti mancati, e ci ha lasciato in eredità la psicoanalisi. La lingua della nevrosi richiedeva un interprete e Freud ha saputo esserlo.
Lacan ha ripreso la teoria da dove Freud l’aveva lasciata e lungo tutto il suo insegnamento si è impegnato a dimostrare che la causa del sintomo è una verità particolare. Quale uso facciamo quindi del sapere clinico relativo alle strutture nella pratica stessa della psicoanalisi in cui nel transfert è il soggetto particolare che si analizza?

Bibliografia essenziale
Freud, S., Psicopatologia della vita quotidiana, in Opere. Vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Caso clinico di Dora, in Opere. Vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Caso clinico dell’uomo dei topi, in Opere. Vol. 4, ib.
Freud, S., La disposizione alla nevrosi ossessiva, in Opere. Vol. 7, ib.
Lacan, J., Il seminario libro XXIII, Il sinthomo. Astrolabio, Roma.
Lacan, J., Introduzione all’edizione tedesca degli Scritti, in La Psicoanalisi n. 3,pag. 9,
Astrolabio, Roma.
Deutsch H., Psicoanalisi delle nevrosi. Newron Compton, Roma.
Fenichel O., Trattato di psicoanalisi delle nevrosi e delle psicosi. Astrolabio, Roma.
Nunberg H., La teoria generale delle nevrosi. Astrolabio, Roma.

Il modello clinico della teoria sistemica

Docente: Francesco Bruni
Durata: 5 ore
Data: 19 giugno 2015

Nel corso si svolgerà il seguente percorso:

  • Parte prima
    Per un inquadramento sistemico relazionale: il ciclo di vita l’approccio strutturale il problema della differenziazione le tematiche comunicazionali lealtà e miti in terapia familiare
  • Parte seconda
    Un’euristica nella terapia di coppia presentazione di due casi emblematici con analisi agenda personale – patto iniziale – i miti della coppia – gli eventi critici – ristrutturazione
    gli oggetti fluttuanti in terapia relazionale.

Il modello clinico dell’analisi transazionale

Docente: Maurizio Martucci
Durata: 5 ore
Data: 17 febbraio 2015

Contestualizzazione: origini, aspetti storici e sociali, cenni sul fondatore Eric Berne.
Epistemologia iniziale, inquadramento teorico, le radici psico-dinamiche.
Caratteristiche specifiche: la base della comunicazione, l’importanza della relazione, concetto benessere psico-fisico, il copione di vita.
Evoluzione (cenni). Dall’epistemologia deterministica a quella fenomenologica a quella probabilistica, L’Analisi transazionale oggi. Collegamento con l’epistemologia della complessità.

Bibliografia essenziale
Berne, E., Analisi transazionale e psicoterapia. Astrolabio, Roma.
Berne, E., Ciao e.. poi?. Bompiani, Milano.
English, F., Fin dove i copion. Neopsiche, Torino.
Giovannoli Vercellino, C., Il gruppo psicoterapeutico. Trauben Torino.
Moiso, C., Analisi transazionale delle relazioni transferali. Neopsiche ,Torino.
Novellino, M., L’approccio clinico all’Analisi transazionale. Angeli, Milano.

Seminario Fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Data: 13 dicembre, 20 dicembre 2014, 31 gennaio, 28 febbraio, 28 marzo, 11 aprile,
30 maggio, 7 giugno 2015

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan, J., Il Seminario Libro XX,Ancora. Einaudi, Torino.
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 7 febbraio, 14 marzo, 6 giugno 2015

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni,

Bibliografia essenziale
Freud, S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Il disagio della civiltà, Opere, vol. 10. Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi, Seminario libro XI, Einaudi editore
Lacan J., Seminario libro XX, Ancora, Einaudi editore
Miller J.- A. Silet lez. XII, in La psicoanalisi n. 21, Astrolabio, Roma.

Incontro di apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 12 dicembre 2014

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 30-31 maggio 2015

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi; Associazione Mondiale di Psicoanalisi

Durata: 4 ore
Data: 13 marzo 2015

Congresso eurofederazione di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 4-5 luglio 2015

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Terzo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica II

Docente: Sergio Caretto con interventi di Stefano Avedano, Roberta Margiaria

Durata: 28 ore

Date: 18 gennaio, 20 febbraio, 21 marzo, 26 aprile, 24 maggio, 20 giugno 2015

Il corso prenderà in esame la diagnosi differenziale nei diversi momenti dell’insegnamento di Jacques Lacan, al fine di cogliere alcune svolte concettuali fondamentali nell’elaborazione psicoanalitica e le ricadute per ciò che concerne la diagnosi. L’introduzione del significante del Nome-del-padre quale spartiacque tra il campo delle nevrosi e quello delle psicosi, la successiva pluralizzazione nei Nomi-del padre, fino ad arrivare all’ultimo insegnamento sul Sinthomo, sono alcuni passaggi presenti in Lacan che orienteranno il lavoro del corso.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Una questione preliminare ad ogni possibile trattamento della psicosi, in Scritti vol. II, Einaudi, Torino 1974.
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J., Il Seminario Libro XXIII, Il Sinthomo, Astrolabio, Roma 2006, p.161.
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma

Storia e politica delle istituzioni di cura

Docente: Silvia Morrone con interventi di Carmen Cassutti, Maria Tersa Dolfin
Durata: 18 ore
Data: 17 gennaio, 21 febbraio, 20 marzo, 25 aprile, 21 giugno 2015

Il corso affronta il tema di come sono nate e come si sono evolute le istituzioni preposte alla cura delle malattie mentali e come sono cambiati i modelli di funzionamento nelle diverse epoche storiche e fino ai giorni nostri, in relazione ai diversi contesti politici e culturali. Particolare attenzione verrà posta alle politiche delle istituzioni di cura oggi e alle esperienze attuali.

Bibliografia essenziale
Basaglia F., (a cura), L’istituzione negata, Baldini & Castoldi, Milano
Basaglia F., Scritti, Einaudi, Torino
Foucault M., Il potere psichiatrico, Corso al College de France (1973-74), Feltrinelli, Milano
Foucault M., Storia della follia nell’età classica, Feltrinelli, Milano
Foucault M., Nascita della clinica, Einaudi, Torino
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma
Zenoni A., L’autre pratique clinique. Psychanalyse et institution thérapeutique, Editions
Eres, Toulouse

Psicopatologia dell’età evolutiva

Docente: Maria Laura Tkach con interventi di Rafaella Borio, Sergio Caretto
Durata: 28 ore.
Data: 17 gennaio, 21 febbraio, 22 marzo, 24 aprile, 23 maggio, 19 giugno 2015

Il corso intende fornire un approccio dinamico, in termini di modalità di relazione e disfunzioni della relazione (marcati da momenti di svolta, oppure da fissazioni), di sviluppo libidico e di funzionamento/disfunzionamento nella prima infanzia ed in età adolescenziale (stadi dello sviluppo libidico, costituzione dell’identità, costituzione edipica e le sue conseguenze, risveglio pulsionale e conflittuale nell’adolescenza). Altri punti da trattare: problemi diagnostici in età evolutiva, rapporto genitori-bambino, quadri clinici, organizzazione e modalità relazionali in adolescenza, i malesseri negli adolescenti d’oggi, disturbi dell’alimentazione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Ammaniti M., (a cura di), Manuale di psicopatologia dell’infanzia, R. Cortina Editore,MIlano.
Ansermet F., Clinica dell’origine. Il bambino tra medicina e psicoanalisi, Franco Angeli, Milano
Freud S., Tre saggi per una teoria sessuale, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud S., Il tramonto del complesso edipico, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino.
Lacan J., Dei Nomi-del-Padre, Einaudi, Torino
Lacan J., Sul bambino psicotico e Due note sul bambino in La psicoanalisi n. 1, Astrolabio
Roma.
Miller J.A., Linee di lettura, in Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo,
Einaudi, Torino.
AA.VV., La cause freudienne n. 78, Navarin edition, Paris

Elementi di psichiatria

Docente: Maria Bolgiani con interventi di Monica Buemi, Alessandra Fontana
Durata: 15 ore.
Date: 17 gennaio, 22 febbraio, 24 aprile, 23 maggio 2015

Nel corso Elementi di psichiatria viene percorsa la storia della psichiatria, con un panorama dei modelli e delle scuole di pensiero, e una definizione dell’ambito di intervento della disciplina. Vengono poi affrontate le differenze tra l’approccio propriamente psichiatrico e quelli psicologico clinico, psicoterapeutico e psicoanalitico nella diagnosi e nel trattamento, e i rapporti tra la psicoanalisi e la psichiatria in Freud e in Lacan.
Infine ci si soffermerà sugli interventi in psichiatria (psicofarmacologici, psicoterapeutici e psicosociali), sull’organizzazione dei servizi psichiatrici, su questioni di etica e di legislazione psichiatrica.

Bibliografia essenziale
Freud S., (1915-17), Psicoanalisi e psichiatria, in Introduzione alla psicoanalisi Opere, vol. 8, pp. 407-419, Boringhieri, Torino.
Lacan J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Jervis G., (1975), Manuale critico di psichiatria, Feltrinelli Editore, Milano, 1975
Pichot P., Une siècle de psichiatrie, Synthélabo ed.

Il modello clinico dell’orientamento junghiano

Docente: Paola Terrile
Durata: 5 ore
Data: 21 marzo 2015

Nel corso verranno presi in esame, in senso sia descrittivo che storico, i fondamenti della Psicologia analitica di C.G. Jung, con particolare riguardo alla relazione tra la concezione teorica della psiche e la sua applicabilità clinica. In particolare verranno presi in esame il ruolo della relazione con l’inconscio nel processo terapeutico, la dinamica e la metodologia della relazione terapeutica, l’espressione simbolica come centro della trasformazione psichica. Alcune vignette cliniche illustreranno i concetti-chiave del corso.

Bibliografia essenziale
Jung C.G., L’Io e l’inconscio, La psicologia dell’inconscio Opere Complete, vol.7, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Riflessioni teoriche sull’essenza della psiche, Opere, vol.8, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Gli archetipi e l’inconscio collettivo Opere, vol.9/1, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., La psicologia della traslazione Opere, vol.16, Bollati Boringhieri, Torino.

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e
stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanaisi
Durata: 50 ore
Data: 13 dicembre, 20 dicembre 2014, 31 gennaio, 28 febbraio, 28 marzo, 11 aprile,
30 maggio, 7 giugno 2015

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Il Seminario libro XX, Ancora,, Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Apporto dela filosofia ai modelli psicoterapeutici

Docenti: Monica Gargano con interventi di Mary Nicotra, Rosanna Tremante, Cinzia
Sobrero
Durata: 16 ore
Date: 16 gennaio, 22 febbraio, 22 maggio, 20 giugno 2015

Si tratta di un insegnamento integrativo che metterà in luce lo stile con cui Jacques Lacan ha dialogato con i concetti fondamentali di alcune filosofie, implicandosi nel loro discorso e sovvertendone il senso e la logica. Il soggetto cartesiano è il soggetto della scienza a cui si rivolge la psicoanalisi; la verità, la scienza, la morale del dovere, la dialettica sono soltanto alcuni degli ambiti che sono interrogati e trasformati dal discorso psicoanalitico. Saranno fornite le conoscenze essenziali delle filosofie di Cartesio, di Kant e di Hegel per poter cogliere l’operazione di sovvertimento messa in atto dalla psicoanalisi.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Kant con Sade, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., Sovversione del soggettoedialettica del desiderio nell’inconscio freudiano, in Scritti,. vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 7 febbraio, 14 marzo, 6 giugno 2015

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato.
Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni,

Bibliografia essenziale
Freud, S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Il disagio della civiltà, Opere, vol. 10. Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi, Seminario libro XI, Einaudi editore
Lacan J., Seminario libro XX, Ancora, Einaudi editore
Miller J.- A. Silet lez. XII, in La psicoanalisi n. 21, Astrolabio, Roma.

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico.

Durata: 2 ore
Date: 12 dicembre 2014

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 30-31 maggio 2015

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi;
gli insegnamenti dell'anno.

Durata: 4 ore
Date: 13 marzo 2015

Congresso eurofederazione di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 4-5 luglio 2015

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi
fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Quarto anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Clinica psicoanalitica con i bambini

Docenti: Paola Bolgiani, Maria Teresa Dolfin e con intervento di Davide Pegoraro

Durata: 28 ore

Date: 18 gennaio, 22 febbraio, 21 marzo, 26 aprile, 23 maggio, 20 giugno 2015

Il corso prevede lo studio comparato di alcuni modelli psicoanalitici, sia attraverso i fondamenti teorici di ogni autore considerato, sia attraverso l’analisi della conduzione di alcuni casi clinici. Un’attenzione specifica viene dedicata alla differenza fra psicoterapia e psicoanalisi, considerato che entrambe si avvalgono del lavoro di simbolizzazione, di storicizzazione, di seriazione degli elementi significanti per affrontare il sintomo.

Bibliografia essenziale
Freud S. Analisi della fobia di un bambino di cinque anni, Opere, vol. 5, Bollati Boringhieri, Torino
Freud A. Quattro conferenze sull’analisi infantile, Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino
Klein M. Analisi di un bambino, Bollati, Boringhieri, Torino
Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Sul bambino psicotico, in La Psicoanalisi, n.1, Astrolabio, Roma
Lacan J. Due note a Jeanny Aubry, in La Psicoanalisi n.1, Astrolabio, Roma
Winnicott D. Piggle, una bambina, Bollati Boringhieri, Torino

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

Docenti: Gian Francesco Arzente, Luca Rollé, con interventi di Carmen Cassutti, Maria Laura Tkach
Durata: 28 ore.
Data: 16 gennaio, 20 febbraio, 22 marzo, 25 aprile, 22 maggio, 20 giugno 2015

Il corso affronterà la problematica dei sintomi contemporanei, mettendo in rilievo che è la trasformazione della struttura dei legami, dalla famiglia ai legami d’amore, fino ai legami sociali, a produrre sintomi nuovi. Si metterà in rilievo come i sintomi contemporanei siano caratterizzatI da un tratto comune che riguarda la dipendenza da un godimento che domina il soggetto, spingendolo spesso fino alla degradazione e a volte alla morte, sia essa soggettiva o anche fisica.
Si metterà anche in rilievo la differenza tra dipendenza come condizione strutturale dell’essere umano e dipendenza patologica.

Bibliografia essenziale
A.A.V.V. La famille résidu, La cause freudienne n. 65, Navarin edition, Paris
A.A.V.V. I nuovi sintomi, Attualità lacaniana n. 1/2004, Franco Angeli, Milano
A.A.V.V. La désinsertion subjective, La cause freudienne n. 72, Navarin edition, Paris
Freda F.H. Psicoanalisi e tossicomania, Bruno Mondadori, Milano
Freud S. Al di là del principio di piacere, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Il disagio della civiltà (1929), Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Conferenza sul sintomo, in La Psicoanalisi n. 2, Astrolabio, Roma Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Psicoanalisi e medicina, in La psicoanalisi, 32, Astrolabio, Roma

Neuroscienze e inconscio

Docente: Maria Bolgiani con interventi di Monica Gargano, Mary Nicotra, Cinzia Sobrero
Durata: 14 ore
Data: 21 febbraio, 25 aprile, 24 maggio 2015

Nel corso Neuroscienze e inconscio verrà fornita una revisione critica della letteratura sulle attuali conoscenze nel campo delle neuroscienze, e sarà affrontato il dibattito sul rapporto fra queste e la teoria dell’inconscio, evidenziando i punti di convergenza e i punti di differenza.

Bibliografia essenziale
Ansermet F., Magistretti, P. Neurosciences et psychanalyse, Odile Jacob, Paris
Ansermet F., Magistretti, P. A ciascuno il suo cervello. Plasticità neurale e inconscio (2008), Bollati Boringhieri, Torino
Damasio A.R. L’errore di Cartesio. Emozione, ragione e cervello umano (1994), Adelphi, Milano
Freud S. Meccanismo psichico della dimenticanza (1898), Opere, vol. 2, pp. 423-430, Bollati Boringhieri, Torino
Kandel E.R. Psichiatria, psicoanalisi e nuova biologia della mente (2005), R. Cortina Editore, Milano
Lacan J. La scienza e la verità (1965), in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino
Miller J.- A. Biologia lacaniana ed eventi di corpo (1999), in La Psicoanalisi, n. 28, Astrolabio, Roma

Criminologia

Docenti: Silvia Morrone, Elvezio Pirfo con interventi di Roberta Margiaria, Rosanna Tremante
Durata: 20 ore
Date: 17 gennaio, 21 marzo, 23 maggio, 19 giugno 2015

Il corso di Criminologia affronterà la storia e lo sviluppo della criminologia, le differenti modalità di trattamento del crimine, i modi in cui si istituiscono il giudizio e la responsabilità soggettiva, i rapporti tra legge, psichiatria e psicoterapie.

Bibliografia essenziale
Fornari U. Trattato di psichiatria forense, Terza edizione, Unione Tipografico – Editrice Torinese, Torino
Foucault M. La verità e le forme giuridiche, da Archivio Foucault 2, a cura di A. Del Lago, Campi del sapere/Feltrinelli, Milano
Lacan J. Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti, I, Einaudi, Torino

Clinica psicoanalitica delle psicosi

Docenti: Gian Francesco Arzente, Guy Briole con interventi di Monica Buemi, Alessandra Fontana
Durata: 20 ore
Date: 17 gennaio, 21 marzo, 23 maggio, 19 giugno 2015

Il corso ha l’obiettivo di individuare come un terapeuta può rapportarsi a un soggetto psicotico affinché si producano le condizioni in cui si realizza una stabilizzazione.
Dopo un passaggio attraverso i classici della psichiatria, il corso si soffermerà sulla tradizione psicoanalitica e in particolare sull’insegnamento di S. Freud e J. Lacan nel campo delle psicosi.

Bibliografia essenziale
Binswanger L. Melanconia e mania, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Nevrosi e psicosi, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. La perdita della realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro XXIII, Astrolabio, Roma
Lefort R. e R. Les structures de la psychose, Seuil, Paris
Maleval J.C. Logique du delire, Masson, Paris
Maleval J.C. L’autiste et sa voix, Seuil, Paris
Minkowski E. La schizofrenia, Einaudi, Torino
Naveau P. Les psychoses et le lien social, Antrophos, Paris
Zenoni A. Le psicosi e al di là del padre, Franco Angeli, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 13 dicembre, 20 dicembre 2014, 31 gennaio, 28 febbraio, 28 marzo, 11 aprile, 30 maggio, 7 giugno 2015

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi
e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli
assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura
nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno
psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la
posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente
e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono
causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e
come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le
identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto,
sipotranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo
passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di
ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che
il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli
atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel
discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J. Il Seminario, Libro XX, Ancora, Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 7 febbraio, 14 marzo, 6 giugno 2015

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una
problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze,
anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le
depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei
Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e
per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano,
con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che
hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato.
Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni,
l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi,
il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Freud S. Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Il disagio della civiltà, Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi, Seminario Libro XI, Einaudi, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro XX, Ancora, Einaudi, Torino
Miller J.- A. Silet lez. XII, in La psicoanalisi n. 21, Astrolabio, Roma

Integrativi

Incontro di apertura dell’anno accademico

Durata: 2 ore
Date: 12 dicembre 2014

Il legame tra l’Istituto IPOL e la Scuola di Psicoanalisi; Gli insegnamenti dell'anno

Durata: 4 ore
Date: 13 marzo 2015

Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 30 - 31 maggio 2015

Congresso eurofederazione di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 4 - 5 luglio 2015

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Storia della psicoterapia

Docente: Maria Teresa Dolfin, con interventi di Gian Francesco Arzente, Monica Buemi
Durata: 15 ore
Data: 10 gennaio, 16 febbraio, 6 aprile, 1 giugno 2014

Il corso fornirà le linee essenziali che, a partire dal ’900, hanno segnato il campo della psicoterapia.
Dopo aver individuato un primo percorso storico a partire dall’antichità greca e attraverso l’età moderna fino alle scuole francesi di Charcot e Binet, si osserva come la pratica della psicoterapia agli inizi del secolo scorso rimanga in ambiti medico-psichiatrici.
Con Freud nasce l’approccio psicoanalitico come paradigma psicoterapeutico.
Dopo le prime scissioni di Adler e Jung che costituiscono delle proprie scuole di psicoterapia, seguono quelle di Rank, Reick e altri.
Negli anni ’30 con Watson e Skinner hanno inizio negli Stati Uniti delle pratiche terapeutiche su basi comportamentali, che inaugurano basi teoriche alternative a quelle psicoanalitiche.
Psicoanalisi e comportamentismo non esauriscono il campo della psicoterapia, dal momento che vi è un terzo filone, detto umanistico-esistenziale originato in California (Rogers, Perls , Berne, From).
Nelle ultime decadi del secolo si evidenziano nuovi scenari: una marcata tendenza all’eclettismo teorico-clinico, l’introduzione delle cure farmacologiche durante la psicoterapia e lo sviluppo delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freedheim D. K. (a cura), Storia della psicoterapia: un secolo di cambiamenti. Ma.Gi., Roma,1998
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi. Nuova serie di lezioni, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 11, 1979, p.117–284
Lacan J., Problèmes cruciaux pour la psychanalyse in Autres Ecrits. Editions du Seuil, Paris, 2001, p.199–202

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Carmelo Licitra Rosa, con interventi di Gian Francesco Arzente, Maria Bolgiani, Silvia Morrone, Maria Laura Tkach
Durata: 10 ore
Date: 14 - 15 marzo 2014

Una delle direttrici più feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc… Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica.
    Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre più lontane, come quella di empatia, ecc… È possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune? Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale di riferimento
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963). Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica. Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti. Einaudi, Torino 1974

Seminario di teoria e tecnica di altri orientamenti psicoterapeutici

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri
Durata: 8 ore
Data: 31 maggio 2014

    Il corso tratterà i seguenti punti:

  • Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale.
  • Metapsicologia freudiana.
  • Pulsioni e relazioni oggettuali.
  • Transfert e controtransfert.
  • Interpretazione e holding.
  • Setting e processo analitico.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P., Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica. Borla, Roma.
Janiri L., La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura, Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J., Pontalis J.-B., Enciclopedia della psicoanalisi, Universale Laterza, Bari.
Quinodoz J.-M., Leggere Freud. Borla, Roma

Il modello psicoanalitico dell’età evolutiva

Docente: prof.ssa Pia Massaglia
Durata: 5 ore
Data: 20 giugno 2014

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale di riferimento
Algini M.L., Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma.
Ferro A., La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 14 dicembre, 21 dicembre 2013, 25 gennaio, 22 febbraio, 29 marzo, 24 maggio, 7 giugno 2014

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J., Il Seminario libro II, La direzione della cura, in Scritti. Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Integrativi

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, Maria Laura Tkach, con interventi di Roberta Margiaria, Silvia Morrone
Durata: 16 ore
Data: 11 gennaio, 15 febbraio, 5 aprile, 21 giugno 2014

Si tratterà di far acquisire una conoscenza essenziale ma criticamente costruita dei fondanti epistemologici e metodologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi, affrontando, dopo un breve excursus filosofico della nozione di psyché, le principali antinomie epistemologiche attuali e approfondendo, a partire dal modello positivista di scienza, la conoscenza di alcuni metodi della psicologia (osservazione, metodo sperimentale, metodo clinico, ecc.) Si intende affrontare anche la questione riguardante la coerenza tra teoria, metodo e applicazioni pratiche dei diversi orientamenti della psicologia e della psicoterapia.

Bibliografia essenziale di riferimento
Mecacci L., Manuale di storia della psicologia. Giunti Editore, firenze 2008.
Cioffi F., Luppi G., Vigorelli A., Il testo filosofico. Bruno Mondadori, Milano 1998 voll. 1, 3.1, 3.2.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 1 febbraio, 8 marzo, 10 maggio 2014

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 9.
Freud S., Il disagio della civiltà, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 10.
Lacan J., I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi, Seminario libro XI, Einaudi editore
Lacan J., Ancora, Seminario libro XX, Einaudi editore
Miller J.-A., Schizofrenia a paranoia, in La Psicoanalisi. Astrolabio, Roma 1999, n. 25

Congresso Associazione Mondiale di Psicoanalisi

Durata: 28 ore
Date: 14 - 18 aprile 2014

Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 14 - 15 giugno 2014

Il legame tra l’Istituto IPOL e la Scuola di Psicoanalisi; Gli insegnamenti dell'anno.

Durata: 4 ore
Date: 23 maggio 2014

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Secondo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica I

Docenti: Paola Bolgiani, Piero Barbetta, con interventi di Raffaella Borio, Sergio Caretto, Carmen Cassutti, Roberta Margiaria

Durata: 28 ore

Data: 11 gennaio, 16 febbraio, 15 marzo, 6 aprile, 30 maggio, 21 giugno 2014

Il corso introduce l’allievo al concetto di diagnosi, alla funzione, alle diverse modalità diagnostiche e agli strumenti utilizzati per la diagnosi differenziale. Vengono considerate le analogie e le differenze sul tema della diagnosi in diversi contesti: medico, psicologico, psichiatrico, psicoanalitico. Infine, l’allievo è introdotto alla lettura dei testi di Freud in relazione alla diagnosi differenziale di nevrosi, piscosi e perversione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Nevrosi e psicosi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., La perdita di realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., La negazione, Opere, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Il Seminario, Libro III, Le psicosi. Einaudi, Torino 1985.

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Psicopatologia generale ed elementi di psicofarmacologia

Docenti: Maria Bolgiani, Donato Munno, con interventi di Alessandra Fontana, Silvia Morrone, Davide Pegoraro
Durata: 28 ore
Data: 12 gennaio, 15 febbraio, 16 marzo, 5 aprile, 31 maggio, 21 giugno 2014

Nel corso Psicopatologia ed elementi di psicofarmacologia vengono introdotte le principali forme psicopatologiche, con particolare attenzione alle classificazioni attualmente più utilizzate in campo psicoterapeutico. Una parte del corso è dedicata all’uso della psicofarmacologia in relazione alle psicoterapie (uso del farmaco su indicazione del curante o su richiesta del paziente, valenze dell’uso del farmaco in una relazione di transfert, il farmaco come possibile ausilio od ostacolo alla cura), per fornire agli allievi alcune conoscenze di base in questo campo con cui gli psicoterapeuti spesso si trovano ad interagire.

Bibliografia essenziale di riferimento
AA.VV., Les psychanalystes et le médicament, Mental. Revue Internationale de Santé Mentale et Psychanalyse. n. 19, 2007.
Gabbard, G.O., Psichiatria psicodinamica. Quarta Edizione, Raffaello Cortina, Milano 2007.
Lacan, J., Psicoanalisi e medicina, (1966), in La Psicoanalisi n.32. Astrolabio, Roma 2002.
Schneider, K., Psicopatologia clinica (1980), Giovanni Fioriti Editore, Firenze 2004.

Elementi di psicologia giuridica

Docenti: Gian Francesco Arzente e Liliana Bal Filoramo, con interventi di Maria Teresa Dolfin, Monica Gargano, Mary Nicotra, Maria Laura Tkach
Durata: 22 ore
Date: 11 gennaio, 15 marzo, 5 aprile, 1 giugno, 22 giugno 2014

L’obiettivo di questo corso è quello di mettere in evidenza come, nel tempo, il diritto, la sociologia, la filosofia, l’antropologia, la psicologia e la psicoanalisi hanno intrecciato il loro percorso incontrandosi nella disciplina della Psicologia Giuridica che, sempre più, sia in ambito civile che penale, trova applicazione nella nostra società. Il corso avrà un taglio clinico-diagnostico a partire dal fondamentale apporto che la teoria psicoanalitica ha dato e può dare per contribuire alla lettura ed all’analisi di un caso d’omicidio.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Il disagio della civiltà, in Opere. Vol 10, Bollati Boringhieri, Torino 1976.
Lacan, J., Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti. vol.I, Einaudi, Torino 1974.
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino 1982.
Foucault, M., Sorvegliare e punire, Einaudi, Torino 1976.
Gulotta. G., Elementi di Psicologia Giuridica e di diritto psicologico, Giuffrè editore, Milano 2000.

Seminario di teoria e tecnica di altri orientamenti psicoterapeutici:

Il modello clinico della teoria sistemica

Docente: Francesco Bruni
Durata: 5 ore
Data: 20 giugno 2014

Nel corso si svolgerà il seguente percorso:

  • Parte prima
    Per un inquadramento sistemico relazionale: il ciclo di vita l’approccio strutturale il problema della differenziazione le tematiche comunicazionali lealtà e miti in terapia familiare
  • Parte seconda
    Un’euristica nella terapia di coppia presentazione di due casi emblematici con analisi – agenda personale – patto iniziale – i miti della coppia – gli eventi critici – ristrutturazione – gli oggetti fluttuanti in terapia relazionale, con esercitazione

I partecipanti verranno coinvolti attraverso una didattica attiva (esercitazioni, drammatizzazioni, utilizzo di oggetti fluttuanti).

Fondamenti di clinica psicoanalitica delle nevrosi

Docenti: Rosa Elena Manzetti e Mercedes De Francisco, con interventi di Monica Buemi, Monica Gargano, Rosanna Tremante
Durata: 21 ore
Date: 10 gennaio, 15 febbraio, 14 marzo, 4 aprile, 31 maggio 2014

L’inconscio sorge sempre dove non è atteso: Freud l’ha scoperto ascoltando le isteriche, i loro sogni, lapsus, atti mancati, e ci ha lasciato in eredità la psicoanalisi. La lingua della nevrosi richiedeva un interprete e Freud ha saputo esserlo.
Lacan ha ripreso la teoria da dove Freud l’aveva lasciata e lungo tutto il suo insegnamento si è impegnato a dimostrare che la causa del sintomo è una verità particolare. Quale uso facciamo quindi del sapere clinico relativo alle strutture nella pratica stessa della psicoanalisi in cui nel transfert è il soggetto particolare che si analizza?

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Psicopatologia della vita quotidiana, in Opere. Vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Caso clinico di Dora, in Opere. Vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Caso clinico dell’uomo dei topi, in Opere. Vol. 4, ib.
Freud, S., La disposizione alla nevrosi ossessiva, in Opere. Vol. 7, ib.
Lacan, J., Il seminario libro XXIII, Il sinthomo. Astrolabio, Roma.
Lacan, J., Introduzione all’edizione tedesca degli Scritti, in La Psicoanalisi n. 3. Astrolabio, Roma, pag. 9.
Deutsch H., Psicoanalisi delle nevrosi. Newron Compton, Roma.
Fenichel O., Trattato di psicoanalisi delle nevrosi e delle psicosi. Astrolabio, Roma.
Nunberg H., La teoria generale delle nevrosi. Astrolabio, Roma.

Il modello clinico dell’analisi transazionale

Docente: Maurizio Martucci
Durata: 5 ore
Data: 14 febbraio 2014

Contestualizzazione: origini, aspetti storici e sociali, cenni sul fondatore Eric Berne. Epistemologia iniziale, inquadramento teorico, le radici psico-dinamiche.
Caratteristiche specifiche: la base della comunicazione, l’importanza della relazione, concetto benessere psico-fisico, il copione di vita.
Evoluzione (cenni). Dall’epistemologia deterministica a quella fenomenologica a quella probabilistica, L’Analisi transazionale oggi. Collegamento con l’epistemologia della complessità.

Bibliografia essenziale di riferimento
Berne, E., Analisi transazionale e psicoterapia. Astrolabio, Roma 1971.
Berne, E., Ciao e.. poi?. Bompiani, Milano 1979.
English, F., Fin dove i copion. Neopsiche, Torino.
Giovannoli Vercellino, C., Il gruppo psicoterapeutico. Trauben Torino.
Moiso, C., Analisi transazionale delle relazioni transferali. Neopsiche ,Torino.
Novellino, M., L’approccio clinico all’Analisi transazionale. Angeli, Milano.

Seminario Fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Data: 14 dicembre, 21 dicembre 2013, 25 gennaio, 22 febbraio, 29 marzo, 24 maggio, 7 giugno 2014

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan, J., L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi. Einaudi editore.
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 1 febbraio, 8 marzo, 10 maggio 2014

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 9.
Freud, S., Il disagio della civiltà, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 10.
Lacan J., I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi, Seminario libro XI, Einaudi editore
Lacan J., Ancora, Seminario libro XX, Einaudi editore
Miller, J.-A., Schizofrenia a paranoia, in La Psicoanalisi,. Astrolabio, Roma 1999, n. 25.

Integrativi

Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Data: 14 - 15 giugno 2014

Il legame tra l’Istituto IPOL e la Scuola di Psicoanalisi; Gli insegnamenti dell'anno.

Durata: 4 ore
Date: 23 maggio 2014

Congresso Associazione Mondiale di Psicoanalisi

Durata: 28 ore
Data: 14 - 18 aprile 2014

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Terzo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica II

Docente: Sergio Caretto e Guy Briole, con interventi di Monica Buemi, Alessandra Fontana, Mary Nicotra

Durata: 28 ore

Date: 11 gennaio, 15 febbraio, 14 marzo, 5 aprile, 1 giugno, 22 giugno 2014

Il corso prenderà in esame la diagnosi differenziale nei diversi momenti dell’insegnamento di Jacques Lacan, al fine di cogliere alcune svolte concettuali fondamentali nell’elaborazione psicoanalitica e le ricadute per ciò che concerne la diagnosi. L’introduzione del significante del Nome-del-padre quale spartiacque tra il campo delle nevrosi e quello delle psicosi, la successiva pluralizzazione nei Nomi-del padre, fino ad arrivare all’ultimo insegnamento sul Sinthomo, sono alcuni passaggi presenti in Lacan che orienteranno il lavoro del corso.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J., Una questione preliminare ad ogni possibile trattamento della psicosi, in Scritti vol. II, Einaudi, Torino 1974.
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J., Il Seminario Libro XXIII, Il Sinthomo, Astrolabio, Roma 2006, p.161.
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Psicopatologia dell’età evolutiva

Docente: Maria Laura Tkach e François Ansermet, con interventi di Carmen Cassutti, Maria Teresa Dolfin, Rosanna Tremante
Durata: 28 ore.
Data: 12 gennaio, 14 febbraio, 16 marzo, 4 aprile, 30 maggio, 21 giugno 2014

Il corso intende fornire un approccio dinamico, in termini di modalità di relazione e disfunzioni della relazione (marcati da momenti di svolta, oppure da fissazioni), di sviluppo libidico e di funzionamento/disfunzionamento nella prima infanzia ed in età adolescenziale (stadi dello sviluppo libidico, costituzione dell’identità, costituzione edipica e le sue conseguenze, risveglio pulsionale e conflittuale nell’adolescenza). Altri punti da trattare: problemi diagnostici in età evolutiva, rapporto genitori-bambino, quadri clinici, organizzazione e modalità relazionali in adolescenza, i malesseri negli adolescenti d’oggi, disturbi dell’alimentazione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Ammaniti M., (a cura di), Manuale di psicopatologia dell’infanzia, R. Cortina Editore.
Ansermet F., Clinica dell’origine. Il bambino tra medicina e psicoanalisi, Franco Angeli
Freud S., Tre saggi per una teoria sessuale, Torino, Bollati Boringhieri.
Freud S., Il tramonto del complesso edipico, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi
Lacan J., Dei Nomi-del-Padre, Einaudi
Lacan J., Sul bambino psicotico e Due note sul bambino in La psicoanalisi n. 1, Astrolabio
Miller J.A., Linee di lettura, in Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi
AA.VV., La cause freudienne n. 78, Navarin edition

Storia e politica delle istituzioni di cura

Docente: Silvia Morrone e Norma De Piccoli, con interventi di Maria Bolgiani, Roberta Margiaria
Durata: 18 ore
Data: 10 gennaio, 16 febbraio, 15 marzo, 31 maggio 2014

Il corso affronta il tema di come sono nate e come si sono evolute le istituzioni preposte alla cura delle malattie mentali e come sono cambiati i modelli di funzionamento nelle diverse epoche storiche e fino ai giorni nostri, in relazione ai diversi contesti politici e culturali. Particolare attenzione verrà posta alle politiche delle istituzioni di cura oggi e alle esperienze attuali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Basaglia F., (a cura), L’istituzione negata, Baldini & Castoldi, Milano
Basaglia F., Scritti, Einaudi, Torino
Foucault M., Il potere psichiatrico, Corso al College de France (1973-74), Feltrinelli, Milano
Foucault M., Storia della follia nell’età classica, Feltrinelli, Milano
Foucault M., Nascita della clinica, Einaudi, Torino
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, in Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma
Zenoni A., L&squo;autre pratique clinique. Psychanalyse et institution th´rapeutique, Editions Eres, Toulouse

Elementi di psichiatria

Docente: Maria Bolgiani, Elvezio Pirfo, con interventi di Gian Francesco Arzente, Raffaella Borio
Durata: 15 ore.
Date: 11 gennaio, 15 febbraio, 5 aprile, 21 giugno 2014

Nel corso Elementi di psichiatria viene percorsa la storia della psichiatria, con un panorama dei modelli e delle scuole di pensiero, e una definizione dell’ambito di intervento della disciplina. Vengono poi affrontate le differenze tra l’approccio propriamente psichiatrico e quelli psicologico clinico, psicoterapeutico e psicoanalitico nella diagnosi e nel trattamento, e i rapporti tra la psicoanalisi e la psichiatria in Freud e in Lacan. Infine ci si soffermerà sugli interventi in psichiatria (psicofarmacologici, psicoterapeutici e psicosociali), sull’organizzazione dei servizi psichiatrici, su questioni di etica e di legislazione psichiatrica.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., (1915-17), Psicoanalisi e psichiatria, in Introduzione alla psicoanalisi Opere, vol. 8, Boringhieri, Torino 1976, pp. 407-419
Lacan J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino 1980
Jervis G., (1975), Manuale critico di psichiatria, Feltrinelli Editore, Milano, 1975
Pichot P., Une siècle de psichiatrie, Synthélabo ed.

Seminario di teoria e tecnica di altri orientamenti psicoterapeutici:

Il modello clinico dell’orientamento junghiano

Docente: Paola Terrile
Durata: 5 ore
Data: 5 aprile 2014

Nel corso verranno presi in esame, in senso sia descrittivo che storico, i fondamenti della Psicologia analitica di C.G.Jung, con particolare riguardo alla relazione tra la concezione teorica della psiche e la sua applicabilità clinica. In particolare verranno presi in esame il ruolo della relazione con l’inconscio nel processo terapeutico, la dinamica e la metodologia della relazione terapeutica, l’espressione simbolica come centro della trasformazione psichica. Alcune vignette cliniche illustreranno i concetti-chiave del corso.

Bibliografia essenziale di riferimento
Jung C.G., L’Io e l’inconscio, La psicologia dell’inconscio Opere Complete, vol.7
Jung C.G., Riflessioni teoriche sull’essenza della psiche, Opere Complete, vol.8
Jung C.G., Gli archetipi e l’inconscio collettivo Opere complete, vol.9/1
Jung C.G., La psicologia della traslazione Opere Complete, vol.16

Integrativi

Apporto della filosofia ai modelli psicoterapeutici

Docente: Monica Gargano e Ugo Perone, con interventi di Paola Bolgiani, Davide Pegoraro
Durata: 16 ore
Date: 15 marzo, 6 aprile, 31 maggio, 22 giugno 2014

Si tratta di un insegnamento integrativo che metterà in luce lo stile con cui Jacques Lacan ha dialogato con i concetti fondamentali di alcune filosofie, implicandosi nel loro discorso e sovvertendone il senso e la logica. Il soggetto cartesiano à il soggetto della scienza a cui si rivolge la psicoanalisi; la verità, la scienza, la morale del dovere, la dialettica sono soltanto alcuni degli ambiti che sono interrogati e trasformati dal discorso psicoanalitico. Saranno fornite le conoscenze essenziali delle filosofie di Cartesio, di Kant e di Hegel per poter cogliere l’operazione di sovvertimento messa in atto dalla psicoanalisi.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J., Kant con Sade, in Scritti, vol.2, Einaudi
Lacan J., Sovversione del soggetto e dialettica del desiderio nell’inconscio freudiano, in Scritti, vol.2, Einaudi
Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, vol.2, Einaudi

Congresso Associazione Mondiale di Psicoanalisi

Durata: 28 ore
Date: 14 - 18 aprile 2014

Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 14 - 15 giugno 2014

Il legame tra l’Istituto IPOL e la Scuola di Psicoanalisi; Gli insegnamenti dell'anno.

Durata: 4 ore
Date: 23 maggio 2014

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Storia della psicoterapia

Docente: Maria Teresa Dolfin, con interventi di Davide Pegoraro, Maria Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 13 ore
Data: 1 dicembre 2012, 23 marzo, 26 aprile 2013

Il corso fornirà le linee essenziali che, a partire dal ’900, hanno segnato il campo della psicoterapia.
Dopo aver individuato un primo percorso storico a partire dall’antichità greca e attraverso l’età moderna fino alle scuole francesi di Charcot e Binet, si osserva come la pratica della psicoterapia agli inizi del secolo scorso rimanga in ambiti medico-psichiatrici.
Con Freud nasce l’approccio psicoanalitico come paradigma psicoterapeutico.
Dopo le prime scissioni di Adler e Jung che costituiscono delle proprie scuole di psicoterapia, seguono quelle di Rank, Reick e altri.
Negli anni 30 con Watson e Skinner hanno inizio negli Stati Uniti delle pratiche terapeutiche su basi comportamentali, che inaugurano basi teoriche alternative a quelle psicoanalitiche.
Psicoanalisi e comportamentismo non esauriscono il campo della psicoterapia, dal momento che vi è un terzo filone, detto umanistico-esistenziale originato in California (Rogers, Perls , Berne, From).
Nelle ultime decadi del secolo si evidenziano nuovi scenari: una marcata tendenza all’eclettismo teorico-clinico, l’introduzione delle cure farmacologiche durante la psicoterapia e lo sviluppo delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freedheim D. K. (a cura), Storia della psicoterapia: un secolo di cambiamenti. Ma.Gi., Roma,1998
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi. Nuova serie di lezioni, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 11, 1979, p.117 – 284
Lacan J., Problèmes cruciaux pour la psychanalyse in Autres Ecrits. Editions du Seuil, Paris, 2001, p.199 – 202

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Carmelo Licitra Rosa, con interventi di Gian Francesco Arzente, Silvia Morrone, Maria Laura Tkach
Durata: 10 ore.
Date: 8 - 9 febbraio 2013

Una delle direttrici più feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc… Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica.
    Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre più lontane, come quella di empatia, ecc… È possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune? Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale di riferimento
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963). Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica. Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti. Einaudi, Torino 1974

Il modello psicoanalitico dell’età evolutiva

Docente: prof.ssa Pia Massaglia
Durata: 6 ore
Data: 11 gennaio 2013

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale di riferimento
Algini M.L., Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma.
Ferro A., La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri
Durata: 10 ore
Data: 23 marzo 2013

Il corso tratterà i seguenti punti:

  • Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale.
  • Metapsicologia freudiana.
  • Pulsioni e relazioni oggettuali.
  • Transfert e controtransfert.
  • Interpretazione e holding.
  • Setting e processo analitico.

 

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P., Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica. Borla, Roma.
Janiri L., La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura. Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J., Pontalis J.-B., Enciclopedia della psicoanalisi. Universale Laterza, Bari.
Quinodoz J.-M., Leggere Freud. Borla, Roma

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 19 gennaio, 2 marzo, 4 maggio 2013

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme di manifestarsi delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.
Il primo anno di questo Seminario verterà sulla clinica in istituzione con le psicosi, le depressioni e i bambini.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 9.
Freud S., Il disagio della civiltà, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 10.
Lacan J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità. Einaudi, Torino
Miller J.-A., Schizofrenia a paranoia, in La Psicoanalisi. Astrolabio, Roma 1999, n. 25

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Date: 17 novembre, 15 dicembre 2012, 26 gennaio, 23 febbraio, 16 marzo, 6 aprile, 25 maggio 2013

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J., La direzione della cura, in Scritti. Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Integrativi

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, Maria Laura Tkach, con interventi di Monica Buemi, Rosanna Tremante
Durata: 16 ore
Data: 2 dicembre 2012, 13 gennaio, 23 marzo, 27 aprile 2013

Si tratterà di far acquisire una conoscenza essenziale ma criticamente costruita dei fondanti epistemologici e metodologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi, affrontando, dopo un breve excursus filosofico della nozione di psyché, le principali antinomie epistemologiche attuali e approfondendo, a partire dal modello positivista di scienza, la conoscenza di alcuni metodi della psicologia (osservazione, metodo sperimentale, metodo clinico, etc.) Si intende affrontare anche la questione riguardante la coerenza tra teoria, metodo e applicazione pratiche dei diversi orientamenti della psicologia e della psicoterapia.

Bibliografia essenziale di riferimento
Mecacci L., Manuale di storia della psicologia. Giunti Editore, firenze 2008.
Cioffi F., Luppi G., Vigorelli A., Il testo filosofico. Bruno Mondadori, Milano 1998 voll. 1, 3.1, 3.2.

Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 11 - 12 maggio 2013

Congresso EuroFederazione di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 6 - 7 luglio 2013

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Secondo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica I

Docenti: Paola Bolgiani, Piero Barbetta, con interventi di Silvia Morrone, Davide Pegoraro, Rosanna Tremante

Durata: 28 ore

Data: 30 novembre 2012, 13 gennaio, 9 febbraio, 24 marzo, 28 aprile 2013

Il corso introduce l’allievo al concetto di diagnosi, alla funzione, alle diverse modalità diagnostiche e agli strumenti utilizzati per la diagnosi differenziale. Vengono considerate le analogie e le differenze sul tema della diagnosi in diversi contesti: medico, psicologico, psichiatrico, psicoanalitico. Infine, l’allievo è introdotto alla lettura dei testi di Freud in relazione alla diagnosi differenziale di nevrosi, piscosi e perversione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Nevrosi e psicosi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., La perdita di realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, Opere. Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., La negazione, Opere. Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Il Seminario, Libro III, Le psicosi. Einaudi, Torino 1985.

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Elementi di psicologia giuridica

Docenti: Gian Francesco Arzente e Liliana Bal Filoramo, con interventi di Monica Gargano e Roberta Margiaria
Durata: 20 ore
Date: 1 dicembre 2012, 12 gennaio, 23 marzo, 27 aprile 2013

L’obiettivo di questo corso è quello di mettere in evidenza come, nel tempo, il diritto, la sociologia, la filosofia, l’antropologia, la psicologia e la psicoanalisi hanno intrecciato il loro percorso incontrandosi nella disciplina della Psicologia Giuridica che, sempre più, sia in ambito civile che penale, trova applicazione nella nostra società. Il corso, infine, avrà un taglio clinico-diagnostico a partire dal fondamentale apporto che la teoria psicoanalitica ha dato e può dare per contribuire alla lettura ed all’analisi di un caso d’omicidio.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Il disagio della civiltà, in Opere. Vol 10, Bollati Boringhieri, Torino 1976.
Lacan, J., Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti. vol.I, Einaudi, Torino 1974.
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità. Einaudi, Torino 1982.
Foucault, M., Sorvegliare e punire. Einaudi, Torino 1976.
Gulotta. G., Elementi di Psicologia Giuridica e di diritto psicologico. Giuffrè editore, Milano 2000.

Psicopatologia generale ed elementi di psicofarmacologia

Docenti: Maria Bolgiani, Donato Munno, con interventi di Sergio Caretto, Maria Teresa Dolfin, Mary Nicotra
Durata: 28 ore
Data: 2 dicembre 2012, 12 gennaio, 10 febbraio, 23 marzo, 27 aprile 2013

Nel corso Psicopatologia ed elementi di psicofarmacologia vengono introdotte le principali forme psicopatologiche, con particolare attenzione alle classificazioni attualmente più utilizzate in campo psicoterapeutico. Una parte del corso è dedicata all’uso della psicofarmacologia in relazione alle psicoterapie (uso del farmaco su indicazione del curante o su richiesta del paziente, valenze dell’uso del farmaco in una relazione di transfert, il farmaco come possibile ausilio od ostacolo alla cura), per fornire agli allievi alcune conoscenze di base in questo campo con cui gli psicoterapeuti spesso si trovano ad interagire.

Bibliografia essenziale di riferimento
AA.VV., Les psychanalystes et le médicament, Mental. Revue Internationale de Santé Mentale et Psychanalyse. n. 19, 2007.
Gabbard, G.O., Psichiatria psicodinamica. Quarta Edizione, Raffaello Cortina, Milano 2007.
Lacan, J., Psicoanalisi e medicina, (1966), in La Psicoanalisi n.32. Astrolabio, Roma 2002.
Schneider, K., Psicopatologia clinica (1980). Giovanni Fioriti Editore, Firenze 2004.

Fondamenti di clinica psicoanalitica delle nevrosi

Docenti: Rosa Elena Manzetti e Mercedes De Francisco, con interventi di Monica Buemi, Carmen Cassutti, Maria Laura Tkach
Durata: 21 ore
Date: 1 dicembre 2012, 9 febbraio, 22 marzo, 26 aprile 2013

L’inconscio sorge sempre dove non è atteso: Freud l’ha scoperto ascoltando le isteriche, i loro sogni, lapsus, atti mancati, e ci ha lasciato in eredità la psicoanalisi. La lingua della nevrosi richiedeva un interprete e Freud ha saputo esserlo.
Lacan ha ripreso la teoria da dove Freud l’aveva lasciata e lungo tutto il suo insegnamento si è impegnato a dimostrare che la causa del sintomo è una verità particolare. Quale uso facciamo quindi del sapere clinico relativo alle strutture nella pratica stessa della psicoanalisi in cui nel transfert è il soggetto particolare che si analizza?

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Psicopatologia della vita quotidiana, in Opere. Vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Caso clinico di Dora, in Opere. Vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud, S., Caso clinico dell’uomo dei topi, in Opere. Vol. 4, ib.
Freud, S., La disposizione alla nevrosi ossessiva, in Opere. Vol. 7, ib.
Lacan, J., Il seminario libro XXIII, Il sinthomo. Astrolabio, Roma.
Lacan, J., Introduzione all’edizione tedesca degli Scritti, in La Psicoanalisi n. 3. Astrolabio, Roma, pag. 9.
Deutsch H., Psicoanalisi delle nevrosi. Newron Compton, Roma.
Fenichel O., Trattato di psicoanalisi delle nevrosi e delle psicosi. Astrolabio, Roma.
Nunberg H., La teoria generale delle nevrosi. Astrolabio, Roma.

Seminario di teoria e tecnica di altri orientamenti psicoterapeutici:

Il modello clinico della teoria sistemica

Docente: Pier Giuseppe Defilippi
Durata: 6 ore
Data: 11 gennaio 2013

Nel corso si svolgerà il seguente percorso: Parte prima Per un inquadramento sistemico relazionale: il ciclo di vita l’approccio strutturale il problema della differenziazione le tematiche comunicazionali lealtà e miti in terapia familiare Parte seconda Un’euristica nella terapia di coppia presentazione di due casi emblematici con analisi – agenda personale – patto iniziale – i miti della coppia – gli eventi critici – ristrutturazione – gli oggetti fluttuanti in terapia relazionale, con esercitazione I partecipanti verranno coinvolti attraverso una didattica attiva (esercitazioni, drammatizzazioni, utilizzo di oggetti fluttuanti).

Seminario di teoria e tecnica di altri orientamenti psicoterapeutici:

Il modello clinico dell’analisi transazionale

Docente: Maurizio Martucci
Durata: 6 ore
Data: 8 febbraio 2013

Contenuti
Contestualizzazione: origini, aspetti storici e sociali, cenni sul fondatore Eric Berne. Epistemologia iniziale, inquadramento teorico, le radici psico-dinamiche.
Caratteristiche specifiche: la base della comunicazione, l’importanza della relazione, concetto benessere psico-fisico, il copione di vita.
Evoluzione (cenni). Dall’epistemologia deterministica a quella fenomenologica a quella probabilistica, L’Analisi transazionale oggi. Collegamento con l’epistemologia della complessità.

Metodologia
Lezione il più possibile interattiva, uso di lavagna luminosa e slide, esempi di casi clinici per illustrare alcuni aspetti significativi.

Bibliografia essenziale di riferimento
Berne, E., Analisi transazionale e psicoterapia. Astrolabio, Roma 1971.
Berne, E., Ciao e.. poi?. Bompiani, Milano 1979.
English, F., Fin dove i copion. Neopsiche, Torino.
Giovannoli Vercellino, C., Il gruppo psicoterapeutico. Trauben Torino.
Moiso, C., Analisi transazionale delle relazioni transferali. Neopsiche ,Torino.
Novellino, M., L’approccio clinico all’Analisi transazionale. Angeli, Milano.

Seminario Fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore
Data: 17 novembre, 15 dicembre 2012, 26 gennaio, 23 febbraio, 16 marzo, 6 aprile, 25 maggio 2013

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan, J., La direzione della cura in Scritti. Einaudi, Torino.
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore
Date: 19 gennaio, 2 marzo, 4 maggio 2013

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme di manifestarsi delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratui- tamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche. Il primo anno di questo Seminario verterà sulla clinica in istituzione con le psicosi, le depressioni e i bambini.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 9.
Freud, S., Il disagio della civiltà, Opere. Bollati Boringhieri, Torino, vol. 10..
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità. Einaudi, Torino.
Miller, J.-A., Schizofrenia a paranoia, in La Psicoanalisi,. Astrolabio, Roma 1999, n. 25.

Integrativi

Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Data: 11-12 maggio 2013

Congresso EuroFederazione di Psicoanalisi

Durata: 16 ore
Data: 6-7 luglio 2013

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Storia della psicoterapia

Docente: Maria Teresa Dolfin, con interventi di Davide Pegoraro, Maria Bolgiani, Carmen Cassutti.
Durata: 10 ore
Data: 10 dicembre 2011, 11 maggio 2012

Il corso fornirà le linee essenziali che, a partire dal ’900, hanno segnato il campo della psicoterapia.
Dopo aver individuato un primo percorso storico a partire dall’antichità greca e attraverso l’età moderna fino alle scuole francesi di Charcot e Binet, si osserva come la pratica della psicoterapia agli inizi del secolo scorso rimanga in ambiti medico-psichiatrici.

Con Freud nasce l’approccio psicoanalitico come paradigma psicoterapeutico.
Dopo le prime scissioni di Adler e Jung che costituiscono delle proprie scuole di psicoterapia, seguono quelle di Rank, Reick e altri.
Negli anni 30 con Watson e Skinner hanno inizio negli Stati Uniti delle pratiche terapeutiche su basi comportamentali, che inaugurano basi teoriche alternative a quelle psicoanalitiche.

Psicoanalisi e comportamentismo non esauriscono il campo della psicoterapia, dal momento che vi è un terzo filone, detto umanistico-esistenziale originato in California (Rogers, Perls , Berne, From). Nelle ultime decadi del secolo si evidenziano nuovi scenari: una marcata tendenza all’eclettismo teorico-clinico, l’introduzione delle cure farmacologiche durante la psicoterapia e lo sviluppo delle neuroscienze.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freedheim D. K. (a cura), Storia della psicoterapia: un secolo di cambiamenti”, Ma.Gi., Roma,1998
Freud S., ”Introduzione alla psicoanalisi. Nuova serie di lezioni” Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 11, 1979, p.117 – 284
Lacan J., Problèmes cruciaux pour la psychanalyse in Autres Ecrits, Editions du Seuil, Paris, 2001, p.199 – 202

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Carmelo Licitra Rosa, con interventi di Gian Francesco Arzente, Maria Bolgiani, Maria Laura Tkach.
Durata: 10 ore.
Date: 24 e 25 febbraio 2012

Una delle direttrici più feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc…
    Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica. Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre più lontane, come quella di empatia, ecc… È possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune? Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale di riferimento
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963), Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica, Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti, Einaudi, Torino 1974

Seminario di teoria e tecnica di altri orientamenti psicoterapeutici:

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri.
Durata: 10 ore
Data: 31 marzo 2012

    Il corso tratterà i seguenti punti:

  • Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale
  • Metapsicologia freudiana
  • Pulsioni e relazioni oggettuali
  • Transfert e controtransfert
  • Interpretazione e holding
  • Setting e processo analitico

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud S. (1915-17). Introduzione alla psicoanalisi, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P. (1997). Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica, Borla, Roma.
Janiri L. (2008). La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura. Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J, Pontalis J.-B. (1973) Enciclopedia della psicoanalisi, Universale Laterza, Bari.
Quinodoz J.-M. (2005). Leggere Freud, Borla, Roma.

Seminario di teoria e tecnica di altri orientamenti psicoterapeutici:

Il modello psicodinamico dell’età evolutiva

Docente: prof.ssa Pia Massaglia.
Durata: 6 ore
Date: 20 gennaio 2012

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott.
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale di riferimento
Algini M.L. (2003), Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma
Ferro A. (1992), La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti.
con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 45 ore.
Date: 17 dicembre 2011, 28 gennaio, 11 febbraio, 24 marzo, 21 aprile, 19 maggio 2012

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.

Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J., Il Seminario libro VII, L’etica della psicoanalisi (1959-60), Einaudi, Torino
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 20 ore.
Date: 14 gennaio, 3 marzo, 5 maggio 2012

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme di manifestarsi delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche. Il primo anno di questo Seminario verterà sulla clinica in istituzione con le psicosi, le depressioni e i bambini.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S. (1921) Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 9.
Freud, S, (1929) Il disagio della civiltà, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 10.
Lacan, J. (1932), Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino
Miller, J.-A. (1982), Schizofrenia a paranoia, in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1999, n. 25

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, Maria Laura Tkach, con interventi di Gian Francesco Arzente e Mary Nicotra.
Durata: 12 ore
Data: 11 dicembre 2011, 22 gennaio, 12 maggio 2012

Si tratterà di far acquisire una conoscenza essenziale ma criticamente costruita dei fondanti epistemologici e metodologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi, affrontando, dopo un breve excursus filosofico della nozione di psyché, le principali antinomie epistemologiche attuali e approfondendo, a partire dal modello positivista di scienza, la conoscenza di alcuni metodi della psicologia (osservazione, metodo sperimentale, metodo clinico, etc.) Si intende affrontare anche la questione riguardante la coerenza tra teoria, metodo e applicazione pratiche dei diversi orientamenti della psicologia e della psicoterapia.

Bibliografia essenziale di riferimento
Mecacci L., Manuale di storia della psicologia, Giunti Editore, firenze 2008
Cioffi F., Luppi G., Vigorelli A., Il testo filosofico, Bruno Mondadori, Milano 1998 voll. 1, 3.1, 3.2

Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi

Durata: 20 ore
Date: 9 e 10 giugno 2012

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Primo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicologia Generale

Docente: Gian Francesco Arzente, con interventi di Alessandra Fontana, Roberta Margiaria

Durata: 29 ore

Il corso ha l’obiettivo di introdurre gli allievi alla sfida che propone la psicoanalisi: conoscere l’inconscio. Con quali strumenti si affronta la conoscenza dell’inconscio? Inconscio che per definizione non si lascia fissare e non ammette di essere recuperato una volta per tutte, ma viene diversamente riformulato a seconda del quadro in cui viene inserito: filosofico, antropologico, matematico, geometrico, giuridico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi in Opere.
Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Il seminario su la lettera rubata, in Scritti, vol. 1, Giulio Einaudi, Torino

Psicologia dell’età evolutiva e dello sviluppo

Docente: Rosanna Tremante, con interventi di Vanessa Leone, Barbara Nicotra e Carla Olivetti
Durata: 29 ore

 

Il corso si propone di esaminare i concetti di sviluppo e di infantile attraverso una ripresa dei principali modelli evolutivi della psicologia dello sviluppo e della psicoanalisi in particolare, per cogliere l’incidenza che essi hanno sul piano clinico e terapeutico.
Il concetto di bambino verrà esaminato alla luce della scoperta freudiana che ha consentito una rilettura della questione del sessuale e del trauma, e che ha collocato l’infantile, in un annodamento topologico, al cuore del soggetto.
Sarà infine articolato un percorso attorno alla questione di ciò che resta dell’infantile nell’età adulta.

Bibliografia essenziale
Freud S., Tre saggi sulla teoria sessuale ,(1905), in Opere. vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino, 1970, vol.4
Lacan J., I complessi famigliari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino

Storia della psicoterapia

Docente: Paola Bolgiani, con interventi di Paola Antoniotti, Viviana Monti
Durata: 17 ore

Il corso delinea la storia della nascita delle psicoterapie, con particolare riferimento alla nascita della psicoanalisi con Freud e al successivo prodursi, a partire da questa, di nuovi campi psicoterapeutici che da essa prendono le mosse, differenziandosene sia in termini concettuali e teorici, sia in termini di obiettivi clinici.
Viene inoltre interrogata la nascita della corrente cognitivo comportamentale in alternativa alla psicoanalisi nonché il progressivo accostarsi di alcune correnti psicoanalitiche a tale modello teorico-clinico.
Infine, il corso percorre la storia della psicoanalisi lacaniana dall’entrata in scena di Lacan nel campo della psicoanalisi classica ai più recenti movimenti nel Campo Freudiano, cercando i mettere in rilievo la posta in gioco intorno a cui si sono prodotte delle scissioni e formate correnti diverse e alternative

Bibliografia essenziale
Freud S., Per la storia del movimento psicoanalitico (1914), in Opere, vol. 7, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Autobiografia (1924), in Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Situazione della psicoanalisi e formazione dello psicoanalista della Scuola (1967), in Altri Scritti, Einaudi, Torino

Analisi delle differenze nella direzione della cura in differenti modelli psicoterapeutici

Docente: Maria Laura Tkach, con interventi di Maria Teresa Dolfin, Mary Nicotra, Davide Pegoraro
Durata: 9 ore

Una delle direttrici più feconde della recente ricerca in psicoterapia ha tentato di individuare un eventuale nucleo costante al di là della pluralità delle prospettive teoriche che definiscono i diversi indirizzi.
Percorrendo questa direttrice si apre lo spazio di una riflessione che può articolarsi tra l’altro nei due seguenti punti.

  • 1. Si possono passare in rassegna alcuni concetti chiave dei principali orientamenti psicoanalitici e psicoterapeutici allo scopo di giungere ad un raffronto critico-dialettico: transfert, contro-transfert, inconscio, sintomo, ecc…
    Ad esempio la coppia transfert-controtransfert costituisce certamente un caposaldo di tutta l’esperienza psicoterapeutica. Essa però non è declinata allo stesso modo: si passa dalla prudenza freudiana sul controtransfert all’espansione che esso ha conosciuto nell’IPA alla critica che Lacan ha mosso contro di esso (per limitarci solo a queste tre tappe). Successivamente si sono sviluppate visioni, derivate dall’originario concetto freudiano ma sempre più lontane, come quella di empatia, ecc… è possibile rintracciare in tutte queste varianti un filo comune? Lo stesso vale per il concetto di inconscio: che cosa hanno in comune l’inconscio freudiano e quello junghiano? E l’inconscio di Lacan come e dove si situa? E l’inconscio cognitivista, che rapporto ha con l’inconscio freudiano?
  • 2. Esplorare le differenze concettuali con l’intento di verificare il ricasco concreto nella conduzione della cura. A questo riguardo l’obiettivo è di mettere bene a fuoco le divergenze per poi passare a circoscrivere, secondo le possibilità offerte dalla struttura, il possibile comune livello di confluenza.
    Ciò al fine di abituare l’allievo ad una visione dialettica, sempre pronta a cogliere differenze e comunanze fra le diverse modalità di condurre l’esperienza psicoterapeutica.

Bibliografia essenziale
Bion W. R., Gli elementi della psicoanalisi (1963). Armando, Roma 1973
Gabbard G. O., Psichiatria psicodinamica. Cortina, Milano 2002
Lacan J., Scritti. Einaudi, Torino 1974

Il modello psicoanalitico classico

Docente: prof. Luigi Janiri e dott.a Maria Teresa Colella
Durata: 4 ore

    Il corso tratterà i seguenti punti:

  • 1. Dalla scoperta dell’inconscio al concetto di inconscio strutturale.
  • 2. Metapsicologia freudiana.
  • 3. Pulsioni e relazioni oggettuali.
  • 4. Transfert e controtransfert.
  • 5. Interpretazione e holding.
  • 6. Setting e processo analitico.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi, Opere, Bollati Boringhieri, Torino, vol. 8.
Giaconia G., Pellizzari G. & Rossi P., Nuovi fondamenti per la tecnica psicoanalitica. Borla, Roma.
Janiri L.(a cura), La relazione terapeutica in psicoanalisi in Petrini P. e Zucconi A. (a cura di), La relazione che cura, Alpes, Roma, pp. 303-323.
Laplanche J., Pontalis J.-B., Enciclopedia della psicoanalisi, Universale Laterza, Bari.
Quinodoz M., Leggere Freud. Borla, Roma

Il modello psicoanalitico dell’età evolutiva

Docente: prof.a Pia Massaglia
Durata: 4 ore

  • L’evoluzione dell’analisi infantile: Freud, Klein, Bion, Winnicott
  • Indicazioni e setting della psicoterapia psicoanalitica
  • Il contratto: dall’assessment alla terapia
  • Il lavoro con i genitori

Bibliografia essenziale
Algini M.L., Il viaggio con i bambini nella psicoterapia. Borla, Roma.
Ferro A., La tecnica nella psicoanalisi infantile. Il bambino e l’analista: dalla relazione al campo emotivo. R. Cortina, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Il Seminario Libro XXV, Le moment de conclure, inedito
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A. Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi

Docenti: Monica Gargano, con interventi di Monica Buemi, Ilaria Papandrea
Durata: 16 ore

Il corso Fondamenti epistemologici della psicologia, della psicoterapia e della psicoanalisi comincerà interrogandosi sullo statuto epistemologico della scienza dalla prima rivoluzione scientifica fino all’epoca del positivismo, sottolineandone i cambiamenti metodologici paradigmatici. Si soffermerà poi sul metodo dell’ipnosi e sul metodo catartico agli albori della psicoanalisi per approdare alla associazione libera nel transfert prima e dopo l’ipotesi della pulsione di morte. Infine passerà ad affrontare l’oggetto della psicoanalisi, l’inconscio in Freud e la Spaltung, ossia la divisione del soggetto che si costituisce come un “otto interno” nell’esclusione interna dell’oggetto a che divide il soggetto, in Lacan. Sarà utile accedere ai testi indicati nella bibliografia essenziale.

Bibliografia essenziale
Freud S., Studi sull’isteria, in Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino Freud S., Interpretazione dei sogni, in Opere, vol.3, Bollati Boringhieri, Torino Lacan J., Funzione e campo della parola e del linguaggio, in Scritti, Einaudi, Torino Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, Einaudi, Torino

Incontro apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 1 dicembre 2018
Luogo: Torino

Il legame tra l’Istituto IPOL e la Scuola di Psicoanalisi

Durata: 2 ore
Data: 14 dicembre 2018
Luogo: Torino

Convegno eurofederazione di psicoanalsi

Durata: 16 ore
Date: 13-14 luglio 2019
Luogo: Barcellona (Spagna)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Data: 18-19 maggio 2019
Luogo: Palermo

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Secondo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica I

Docenti: Maria Bolgiani, con interventi di Alessandra Fontana, Barbara Nicotra

Durata: 29 ore

Il corso intende permettere agli allievi di accostarsi al tema della diagnosi in psicoanalisi, evidenziando le specificità e le differenze rispetto alla diagnosi in altre discipline e soffermandosi in particolare sul fatto che in psicoanalisi la diagnosi implica il transfert. Si affronterà la lettura di testi freudiani in relazione alla diagnosi differenziale tra nevrosi psicosi e perversione.

Bibliografia essenziale
Freud S., La neuropsicosi da difesa, in Opere, vol. 2, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La perdita di realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S., La negazione, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Risposta al commento di Jean Hyppolite sulla Verneinung di Freud, in Scritti, vol.1, Einaudi, Torino

Psicopatologia generale ed elementi di psicofarmacologia

Docenti: Paola Bolgiani con interventi di Silvia Morrone, Carla Olivetti
Durata: 27 ore

In questo corso vengono introdotti le principali forme psicopatologiche secondo le classificazioni e le descrizioni attualmente più utilizzate in capo psicoterapeutico, per metterle in tensione con la modalità di approccio offerta dalla psicoanalisi lacaniana. Vengono presi in considerazione in modo particolare il campo delle vecchie e nuove dipendenze quello delle patologie post traumatiche, quello dei disturbi di personalità, quello del disturbo bipolare, ed altri. Una parte del corso è dedicata ad una introduzione alla psicofarmacologia, ad una breve storia dell’evoluzione degli psicofarmaci e all’uso dei farmaci nei diversi contesti di cura e, in particolare, nella relazione di transfert.

Bibliografia essenziale
AA.VV., Les psychanalystes et le médicament, Mental. Revue Internationale de Santé Mentale et Psychanalyse. n. 19.
Schneider, K.(1980), Psicopatologia clinica, Giovanni Fioriti Editore, Firenze, 1980.
Freud S., Psicopatologia della vita quotidiana in Opere, vol.4, Bollati Boringhieri, Torino
AA.VV., La conversazione di Arcachon. Casi rari. Gli inclassificabili della clinica, Atrolabio, Roma 1999

Elementi di psicologia giuridica

Docenti: Sergio Caretto con interventi di Raffaella Borio, Rosa Alba Mollo, Davide Pegoraro
Durata: 27 ore

Il corso intende mettere in luce l’apporto teorico – clinico della psicoanalisi alla psicologia giuridica. Il concetto di responsabilità soggettiva, la differenza tra realtà del fatto criminoso e realtà psichica, la clinica differenziale del passaggio all’atto, l’incidenza della società rispetto ai concetti di norma e di devianza, sono alcuni degli assi che verranno presi in esame ed approfonditi nel corso.

Bibliografia essenziale di riferimento
Freud, S., Il disagio della civiltà, in Opere. Vol 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan, J., Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti. vol. I, Einaudi, Torino.
Lacan, J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Foucault, M., Sorvegliare e punire, Einaudi, Torino.
Gulotta. G., Elementi di Psicologia Giuridica e di diritto psicologico, Giuffrè editore, Milano.

Fondamenti di clinica psicoanalitica delle nevrosi

Docenti: Maria Laura Tkach con interventi di Roberta Margiaria, Mary Nicotra
Durata: 20 ore

Quali sono le coordinate strutturali soggettive necessarie da considerare nella clinica psicoanalitica con le nevrosi? Quali sono gli assi fondanti la struttura del soggetto nevrotico, secondo Freud e Lacan e che lo psicoterapeuta di orientamento lacaniano non può perdere di vista nella direzione della cura a meno che non voglia navigare a vista? Il sintomo nevrotico, l’economia soggettiva libidica, la strutturazione del Complesso di Edipo, sono alcuni dei temi cardini della clinica psicoanalitica delle nevrosi che il corso affronterà.

Bibliografia essenziale
Freud S., Introduzione alla psicoanalisi (1916-17), in Opere, vol. 8, Bollati Boringhieri,

Il modello clinico della teoria sistemica

Docente: Francesco Bruni
Durata: 4 ore

Nel corso si svolgerà il seguente percorso:

  • Parte prima
    Per un inquadramento sistemico relazionale: il ciclo di vita l’approccio strutturale il problema della differenziazione le tematiche comunicazionali lealtà e miti in terapia familiare
  • Parte seconda
    Un’euristica nella terapia di coppia presentazione di due casi emblematici con analisi agenda personale – patto iniziale – i miti della coppia – gli eventi critici – ristrutturazione
    gli oggetti fluttuanti in terapia relazionale.

Il modello clinico dell’analisi transazionale

Docente: Daniela Allamandri
Durata: 4 ore

Contestualizzazione: origini, aspetti storici e sociali, cenni sul fondatore Eric Berne.
Epistemologia iniziale, inquadramento teorico, le radici psico-dinamiche.
Caratteristiche specifiche: la base della comunicazione, l’importanza della relazione, concetto benessere psico-fisico, il copione di vita.
Evoluzione (cenni). Dall’epistemologia deterministica a quella fenomenologica a quella probabilistica, L’Analisi transazionale oggi. Collegamento con l’epistemologia della complessità.

Bibliografia essenziale
Berne, E., Analisi transazionale e psicoterapia. Astrolabio, Roma.
Berne, E., Ciao e.. poi?. Bompiani, Milano.
English, F., Fin dove i copion. Neopsiche, Torino.
Giovannoli Vercellino, C., Il gruppo psicoterapeutico. Trauben Torino.
Moiso, C., Analisi transazionale delle relazioni transferali. Neopsiche ,Torino.
Novellino, M., L’approccio clinico all’Analisi transazionale. Angeli, Milano.

Seminario Fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione.
Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale di riferimento
Lacan J. Il Seminario Libro XXIV, L’insu que sait de l’une-bévue s’aile à mourre, indito
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico

Durata: 2 ore
Data: 1 dicembre 2017
Luogo: Torino

Il legame tra l'istituto IPOL e la scuola di psicoanalisi

Durata: 2 ore
Data: 15 dicembre 2017
Luogo: Torino

Congresso associazione mondiale di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 2-6 aprile 2018
Luogo: Barcellona (Spagna)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 16-17 giugno 2018

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Terzo anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Psicodiagnostica II

Docente: Sergio Caretto con interventi di Paola Antoniotti, Rosanna Tremante

Durata: 26 ore

Il corso prenderà in esame la diagnosi differenziale nei diversi momenti dell’insegnamento di Jacques Lacan, al fine di cogliere alcune svolte concettuali fondamentali nell’elaborazione psicoanalitica e le ricadute per ciò che concerne la diagnosi. L’introduzione del significante del Nome-del-padre quale spartiacque tra il campo delle nevrosi e quello delle psicosi, la successiva pluralizzazione nei Nomi-del padre, fino ad arrivare all’ultimo insegnamento sul Sinthomo, sono alcuni passaggi presenti in Lacan che orienteranno il lavoro del corso.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Una questione preliminare ad ogni possibile trattamento della psicosi, in Scritti vol. II, Einaudi, Torino 1974.
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J., Il Seminario Libro XXIII, Il Sinthomo, Astrolabio, Roma 2006, p.161.
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma

Psicopatologia dell’età evolutiva

Docente: Maria Laura Tkach con interventi di Raffaella Borio, Ilaria Papandrea
Durata 29 ore

Il corso intende fornire un approccio dinamico, in termini di modalità di relazione e disfunzioni della relazione (marcati da momenti di svolta, oppure da fissazioni), di sviluppo libidico e di funzionamento/disfunzionamento nella prima infanzia ed in età adolescenziale (stadi dello sviluppo libidico, costituzione dell’identità, costituzione edipica e le sue conseguenze, risveglio pulsionale e conflittuale nell’adolescenza). Altri punti da trattare: problemi diagnostici in età evolutiva, rapporto genitori-bambino, quadri clinici, organizzazione e modalità relazionali in adolescenza, i malesseri negli adolescenti d’oggi, disturbi dell’alimentazione.

Bibliografia essenziale di riferimento
Ammaniti M., (a cura di), Manuale di psicopatologia dell’infanzia, R. Cortina Editore,MIlano.
Ansermet F., Clinica dell’origine. Il bambino tra medicina e psicoanalisi, Franco Angeli, Milano
Freud S., Tre saggi per una teoria sessuale, Bollati Boringhieri, Torino.
Freud S., Il tramonto del complesso edipico, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino.
Lacan J., I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino.
Lacan J., Dei Nomi-del-Padre, Einaudi, Torino
Lacan J., Sul bambino psicotico e Due note sul bambino in La psicoanalisi n. 1, Astrolabio
Roma.
Miller J.A., Linee di lettura, in Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo,
Einaudi, Torino.
AA.VV., La cause freudienne n. 78, Navarin edition, Paris

Storia e politica delle istituzioni di cura

Docente: Silvia Morrone con interventi di Monica Buemi, Carmen Cassutti
Durata: 18 ore

Il corso affronta il tema di come sono nate e come si sono evolute le istituzioni preposte alla cura delle malattie mentali e come sono cambiati i modelli di funzionamento nelle diverse epoche storiche e fino ai giorni nostri, in relazione ai diversi contesti politici e culturali. Particolare attenzione verrà posta alle politiche delle istituzioni di cura oggi e alle esperienze attuali.

Bibliografia essenziale
Basaglia F., (a cura), L’istituzione negata, Baldini & Castoldi, Milano
Basaglia F., Scritti, Einaudi, Torino
Foucault M., Il potere psichiatrico, Corso al College de France (1973-74), Feltrinelli, Milano
Foucault M., Storia della follia nell’età classica, Feltrinelli, Milano
Foucault M., Nascita della clinica, Einaudi, Torino
Freud S., Psicologia delle masse e analisi dell’Io, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J., Il seminario libro III, Le psicosi, Einaudi, Torino
Miller J.-A., La psicosi ordinaria, Astrolabio, Roma
Zenoni A., L’autre pratique clinique. Psychanalyse et institution thérapeutique, Editions
Eres, Toulouse

Elementi di psichiatria

Docente: Maria Bolgiani con interventi di Vanessa Leone, Viviana Monti, Cinzia Sobrero
Durata: 13 ore.

Nel corso Elementi di psichiatria viene percorsa la storia della psichiatria, con un panorama dei modelli e delle scuole di pensiero, e una definizione dell’ambito di intervento della disciplina. Vengono poi affrontate le differenze tra l’approccio propriamente psichiatrico e quelli psicologico clinico, psicoterapeutico e psicoanalitico nella diagnosi e nel trattamento, e i rapporti tra la psicoanalisi e la psichiatria in Freud e in Lacan. Infine ci si soffermerà sugli interventi in psichiatria (psicofarmacologici, psicoterapeutici e psicosociali), sull’organizzazione dei servizi psichiatrici, su questioni di etica e di legislazione psichiatrica.

Bibliografia essenziale
Freud S., (1915-17), Psicoanalisi e psichiatria, in Introduzione alla psicoanalisi Opere, vol. 8, pp. 407-419, Boringhieri, Torino.
Lacan J., Della psicosi paranoica nei suoi rapporti con la personalità, Einaudi, Torino.
Jervis G., (1975), Manuale critico di psichiatria, Feltrinelli Editore, Milano, 1975
Pichot P., Une siècle de psichiatrie, Synthélabo ed.

Il modello clinico dell’orientamento junghiano

Docente: Paola Terrile
Durata: 4 ore

Nel corso verranno presi in esame, in senso sia descrittivo che storico, i fondamenti della Psicologia analitica di C.G. Jung, con particolare riguardo alla relazione tra la concezione teorica della psiche e la sua applicabilità clinica. In particolare verranno presi in esame il ruolo della relazione con l’inconscio nel processo terapeutico, la dinamica e la metodologia della relazione terapeutica, l’espressione simbolica come centro della trasformazione psichica. Alcune vignette cliniche illustreranno i concetti-chiave del corso.

Bibliografia essenziale
Jung C.G., L’Io e l’inconscio, La psicologia dell’inconscio Opere Complete, vol.7, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Riflessioni teoriche sull’essenza della psiche, Opere, vol.8, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., Gli archetipi e l’inconscio collettivo Opere, vol.9/1, Bollati Boringhieri, Torino.
Jung C.G., La psicologia della traslazione Opere, vol.16, Bollati Boringhieri, Torino.

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e
stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanaisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J. Il Seminario Libro XXV, Le moment de conclure, Einaudi, Torino 2016
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Il corso Clinica nelle istituzioni è caratterizzato dal fatto di avere come tema annuale una problematica inerente la cosiddetta clinica dei sintomi contemporanei: tossicodipendenze, anoressia-bulimia, la clinica psicoanalitica coi bambini, le nuove forme delle psicosi, le depressioni, la clinica in Ospedale e nei Centri di Salute Mentale, la clinica svolta nei Centri Psicoanalitici nati all’interno del Campo freudiano per accogliere gratuitamente e per un tempo determinato persone in stato di precarietà. A questo Seminario collaborano, con i docenti titolari, docenti invitati con formazione psicoterapeutica e psichiatrica che hanno una comprovata competenza teorica e clinica relativamente al tema trattato. Questo Seminario ha anche la finalità di articolare, a partire dalla clinica in istituzioni, l’esperienza della psicoanalisi e quella della psichiatria sulle tematiche quali la diagnosi, il sintomo, il transfert e il trattamento del soggetto in istituzioni terapeutiche.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Apporto dela filosofia ai modelli psicoterapeutici

Docenti: Monica Gargano con interventi di Monica Buemi, Alessandra Fontana
Durata: 18 ore

Si tratta di un insegnamento integrativo che metterà in luce lo stile con cui Jacques Lacan ha dialogato con i concetti fondamentali di alcune filosofie, implicandosi nel loro discorso e sovvertendone il senso e la logica. Il soggetto cartesiano è il soggetto della scienza a cui si rivolge la psicoanalisi; la verità, la scienza, la morale del dovere, la dialettica sono soltanto alcuni degli ambiti che sono interrogati e trasformati dal discorso psicoanalitico. Saranno fornite le conoscenze essenziali delle filosofie di Cartesio, di Kant e di Hegel per poter cogliere l’operazione di sovvertimento messa in atto dalla psicoanalisi.

Bibliografia essenziale
Lacan J., Kant con Sade, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., Sovversione del soggettoedialettica del desiderio nell’inconscio freudiano, in Scritti,. vol. 2, Einaudi, Torino.
Lacan J., La scienza e la verità, in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino

Integrativi

Incontro di apertura dell'anno accademico.

Durata: 2 ore
Date: 1 dicembre 2018
Luogo: Torino

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 2 ore
Data: 14 dicembre 2018
Luogo: Torino

Convegno eurofederazione di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 13-14 luglio 2019
Luogo: Barcellona (Spagna)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Data: 18-19 maggio 2019
Luogo: Palermo

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi
fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica
del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore

Quarto anno

Insegnamenti teorici

Fondamentali

Clinica psicoanalitica con i bambini

Docenti: Paola Bolgiani, con interventi di Barbara Nicotra, Ilaria Papandrea

Durata: 23 ore

Il corso prevede lo studio comparato di alcuni modelli psicoanalitici, sia attraverso i fondamenti teorici di ogni autore considerato, sia attraverso l’analisi della conduzione di alcuni casi clinici. Un’attenzione specifica viene dedicata alla differenza fra psicoterapia e psicoanalisi, considerato che entrambe si avvalgono del lavoro di simbolizzazione, di storicizzazione, di seriazione degli elementi significanti per affrontare il sintomo.

Bibliografia essenziale
Freud S. Analisi della fobia di un bambino di cinque anni, Opere, vol. 5, Bollati Boringhieri, Torino
Freud A. Quattro conferenze sull’analisi infantile, Opere, vol. 1, Bollati Boringhieri, Torino
Klein M. Analisi di un bambino, Bollati, Boringhieri, Torino
Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Sul bambino psicotico, in La Psicoanalisi, n.1, Astrolabio, Roma
Lacan J. Due note a Jeanny Aubry, in La Psicoanalisi n.1, Astrolabio, Roma
Winnicott D. Piggle, una bambina, Bollati Boringhieri, Torino

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

1 - Dipendenze da godimento
Docenti: Gian Francesco Arzente, Luca Rollé, con interventi di Roberta Margiaria, Monica Gargano
Durata: 20 ore.

Il corso affronterà la problematica dei sintomi contemporanei, mettendo in rilievo che è la trasformazione della struttura dei legami, dalla famiglia ai legami d’amore, fino ai legami sociali, a produrre sintomi nuovi. Si metterà in rilievo come i sintomi contemporanei siano caratterizzatI da un tratto comune che riguarda la dipendenza da un godimento che domina il soggetto, spingendolo spesso fino alla degradazione e a volte alla morte, sia essa soggettiva o anche fisica.
Si metterà anche in rilievo la differenza tra dipendenza come condizione strutturale dell’essere umano e dipendenza patologica.

Bibliografia essenziale
A.A.V.V. La famille résidu, La cause freudienne n. 65, Navarin edition, Paris
A.A.V.V. I nuovi sintomi, Attualità lacaniana n. 1/2004, Franco Angeli, Milano
A.A.V.V. La désinsertion subjective, La cause freudienne n. 72, Navarin edition, Paris
Freda F.H. Psicoanalisi e tossicomania, Bruno Mondadori, Milano
Freud S. Al di là del principio di piacere, Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Il disagio della civiltà (1929), Opere, vol. 10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Conferenza sul sintomo, in La Psicoanalisi n. 2, Astrolabio, Roma Lacan J. I complessi familiari nella formazione dell’individuo, Einaudi, Torino
Lacan J. Psicoanalisi e medicina, in La psicoanalisi, 32, Astrolabio, Roma

Clinica psicoanalitica dei sintomi contemporanei

2 - Nuove sessualità
Docenti: Mary Nicotra, con interventi di Monica Buemi, Rosanna Tremante
Durata: 14 ore.

Il corso si propone di attraversare alcuni snodi cruciali che riguardano l’elaborazione della teoria psicoanalitica rispetto alle sessualità nelle sue declinazioni contemporanee. Si articolerà a partire dall’insegnamento di Freud e alla sua elaborazione rispetto alla divisione dei sessi e la questione del maschile e del femminile. Proseguirà con Lacan che, con il suo ultimo insegnamento e l’invenzione del concetto di sessuazione, definisce il situarsi dal lato uomo o donna a partire da posizioni di godimento indipendenti dall’anatomia, proponendo un passaggio da una clinica orientata dalla logica dell’identificazione ad una clinica orientata dall’irriducibile del godimento.

Bibliografia essenziale
Freud S. Tre saggi sulla teoria sessuale (1905), in Opere, vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino, 1989, p. 451. Freud S. Sessualità femminile (1931), in Opere, vol 11, Bollati Boringhieri, Torino, 1989, p.63. Lacan J. Il seminario, Libro XX., Ancora (1972-1973), Einaudi, Torino, 2011. Lacan J. Lo stordito (1972), in Altri scritti, Einaudi, Torino, 2013 Lacan J. Il seminario Libro XVIII, Di un discorso che non sarebbe del sembiante (1971), Einaudi, Torino 1971 p.25. Lacan J. Le Séminaire, Livre XXI, Les non-dupes errent (inedito), lezione del 9 aprile,1974 .

Neuroscienze e inconscio

Docente: Maria Bolgiani, François Ansermet con interventi di Paola Antoniotti, Cinzia Sobrero
Durata: 14 ore

Nel corso Neuroscienze e inconscio verrà fornita una revisione critica della letteratura sulle attuali conoscenze nel campo delle neuroscienze, e sarà affrontato il dibattito sul rapporto fra queste e la teoria dell’inconscio, evidenziando i punti di convergenza e i punti di differenza.

Bibliografia essenziale
Ansermet F., Magistretti, P. Neurosciences et psychanalyse, Odile Jacob, Paris
Ansermet F., Magistretti, P. A ciascuno il suo cervello. Plasticità neurale e inconscio (2008), Bollati Boringhieri, Torino
Damasio A.R. L’errore di Cartesio. Emozione, ragione e cervello umano (1994), Adelphi, Milano
Freud S. Meccanismo psichico della dimenticanza (1898), Opere, vol. 2, pp. 423-430, Bollati Boringhieri, Torino
Kandel E.R. Psichiatria, psicoanalisi e nuova biologia della mente (2005), R. Cortina Editore, Milano
Lacan J. La scienza e la verità (1965), in Scritti, vol. 2, Einaudi, Torino
Miller J.- A. Biologia lacaniana ed eventi di corpo (1999), in La Psicoanalisi, n. 28, Astrolabio, Roma

Criminologia

Docenti: Silvia Morrone, con interventi di Sergio Caretto, Carmen Cassutti
Durata: 16 ore

Il corso di Criminologia affronterà la storia e lo sviluppo della criminologia, le differenti modalità di trattamento del crimine, i modi in cui si istituiscono il giudizio e la responsabilità soggettiva, i rapporti tra legge, psichiatria e psicoterapie.

Bibliografia essenziale
Fornari U. Trattato di psichiatria forense, Terza edizione, Unione Tipografico – Editrice Torinese, Torino
Foucault M. La verità e le forme giuridiche, da Archivio Foucault 2, a cura di A. Del Lago, Campi del sapere/Feltrinelli, Milano
Lacan J. Introduzione teorica alle funzioni della psicoanalisi in criminologia, in Scritti, I, Einaudi, Torino

Clinica psicoanalitica delle psicosi

Docenti: Davide Pegoraro, Guy Briole con interventi di Raffaella Borio, Maria Teresa Dolfin, Cinzia Sobrero
Durata: 21 ore

Il corso ha l’obiettivo di individuare come un terapeuta può rapportarsi a un soggetto psicotico affinché si producano le condizioni in cui si realizza una stabilizzazione. Dopo un passaggio attraverso i classici della psichiatria, il corso si soffermerà sulla tradizione psicoanalitica e in particolare sull’insegnamento di S. Freud e J. Lacan nel campo delle psicosi.

Bibliografia essenziale
Binswanger L. Melanconia e mania, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. Nevrosi e psicosi, in Opere, vol. 9, Bollati Boringhieri, Torino
Freud S. La perdita della realtà nelle nevrosi e nelle psicosi, in Opere, vol.10, Bollati Boringhieri, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro III. Le psicosi, Einaudi, Torino
Lacan J. Il Seminario, Libro XXIII, Astrolabio, Roma
Lefort R. e R. Les structures de la psychose, Seuil, Paris
Maleval J.C. Logique du delire, Masson, Paris
Maleval J.C. L’autiste et sa voix, Seuil, Paris
Minkowski E. La schizofrenia, Einaudi, Torino
Naveau P. Les psychoses et le lien social, Antrophos, Paris
Zenoni A. Le psicosi e al di là del padre, Franco Angeli, Milano

Seminario fondamentale di teoria e tecnica del modello lacaniano

Docente: Rosa Elena Manzetti con la partecipazione di docenti invitati italiani e stranieri, membri dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi
Durata: 50 ore

Nel seminario intervengono psicoanalisti membri della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, al fine di mettere in rilievo quali sono gli assi e gli elementi fondamentali di cui tener conto per la corretta direzione di una cura nel campo lacaniano. A partire dal caso clinico specifico, presentato ogni volta da uno psicoanalista della SLP, viene messo in rilievo come nella cura sia indispensabile che la posizione di ascolto del terapeuta identifichi come si costituisce il transfert tra il paziente e il partner della cura, quali sono gli specifici oggetti pulsionali che sostengono e sono causa del sintomo di quel paziente, quali sono le specifiche formazioni dell’inconscio e come vengono analizzate attraverso lo strumento dell’associazione libera, quali sono le identificazioni che fungono da difesa per il soggetto e da mantenimento della rimozione. Analizzando come l’analista ha diretto la cura nel caso specificatamente esposto, si potranno mettere in rilievo i concetti fondamentali della psicoanalisi che passo dopo passo Freud ha costruito, e Lacan ha rinnovato, partendo appunto dall’elaborazione di ogni incontro con un paziente, dal sintomo di cui si lamentava, dalle trasformazioni che il sintomo stesso subiva nel corso della cura, come effetto delle interpretazioni e degli atti dell’analista che avranno permesso il sorgere di nuovo materiale significante nel discorso del paziente e la diminuzione delle fissazioni pulsionali.

Bibliografia essenziale
Lacan J. Il Seminario Libro XXV, Le moment de conclure, Einaudi, Torino 2016
Testi dei casi presentati da psicoanalisti della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, commentati e discussi nel corso del seminario dai docenti invitati.

Clinica nelle istituzioni

Docenti: Paola Bolgiani, Silvia Morrone
Durata: 21 ore

Bibliografia essenziale
Lacan J., Joyce il sintomo, in La Psicoanalisi n. 23, Astrolabio
Lacan J., Nota sul padre e l’universalismo, in La Psicoanalisi n. 33, Astrolabio
La cause du désir n. 89, Le corps des femmes, Pubblicazione dell’ECF
Miller J.-A., Gli imbrogli del corpo, Borla, Roma 2006
Lacan J., Il sintomo (1975), in La Psicoanalisi, Astrolabio, Roma 1987, n. 2, pp. 11-34.
Miller J.-A., Biologia lacaniana ed eventi di corpo, in La Psicoanalisi n. 28, Astrolabio, Roma

Integrativi

Incontro di apertura dell’anno accademico

Durata: 2 ore
Date: 1 dicembre 2018
Luogo: Torino

Il legame tra l'istituto ipol e la scuola di psicoanalisi:
gli insegnamenti dell'anno

Durata: 2 ore
Data: 13 dicembre 2018
Luogo: Torino

Congresso eurofederazione di piscoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 13-14 luglio 2018
Luogo: Bruxelles (Belgio)

Convegno annuale della scuola lacaniana di psicoanalisi

Durata: 16 ore
Date: 18-19 maggio 2019
Luogo: Palermo

Insegnamenti pratici

Tirocinio clinico

Durata: 170 ore

Supervisione di gruppo: identificazione degli elementi fondamentali per dirigere una cura

Durata: 40 ore

Presentazioni cliniche in istituzione

Durata: 40 ore

Supervisione della pratica clinica svolta nel tirocinio

Durata: 50 ore

Supervisione di gruppo e approfondimento della tecnica del colloquio nei Casi clinici delle ‘presentazioni cliniche in istituzione’

Durata: 30 ore